Archivi tag: Joaquin Phoenix

A Beautiful Day: recensione

Joaquin Phoenix è il protagonista dello struggente thriller “A Beautiful Day” di Lynne Ramsay, dal 1 maggio al cinema.

La regista Lynne Ramsay ritorna sul grande schermo con il thriller “A Beautiful Day” con protagonista Joaquin Phoenix, dal 1 maggio nelle nostre sale.

Joe è un uomo difficile, con molti problemi. Veterano di guerra e sopravvissuto ad un padre violento, di mestiere fa’ il sicario: salva vittime innocenti dagli orchi cattivi. A casa Joe è un figlio premuroso ed amorevole: accudisce la madre anziana e malata. Il suo ultimo incarico è quello di salvare Nina, la figlia preadolescente di un politico locale, da un giro di prostituzione minorile. La situazione però si rivela essere molto più complessa e pericolosa del previsto. Joe dovrà infatti presto fare i conti anche con i suoi Demoni per poter salvare la bambina.

Se l’incipit del film sicuramente non risulta originale in quanto facilmente riecheggiano pellicole famose come “Leon” e “Taxy Driver”, la regia è sorprendentemente innovativa. Infatti la regista scozzese Ramsay (“Ratcatcher”, “…E ora parliamo di Kevin”) sembra una pittrice impressionista che, con vigore e maestria, ad ogni pennellata scava in profondità nei suoi personaggi, avvolge lo spettatore con musiche e colori in una giostra drammatica di emozioni e sentimenti, rabbia e dolore.

Joe è un killer cha ha avuto un’infanzia di violenze e maltrattamenti. È diventato lui stesso violento ma invece di essere l’orco è diventato il difensore di vittime innocenti a cui hanno rubato la stessa infanzia. Ma Joe è un uomo qualunque, che semplicemente con un martello cerca giustizia.

Fiumi di sangue scorrono copiosi, scontri feroci si rincorrono nelle buie e fumose strade americane. Il dolore prima del protagonista poi della vittima però sovrasta tutto: è un urlo straziante, sconvolgente, profondo.

Ottima è l’interpretazione di Joaquin Phoenix, deturpato nel corpo e nell’animo per interpretare un personaggio complesso, bellissima la fotografia di Thomas Townend.

Degno di nota è sicuramente anche il sonoro curato dal musicista inglese Jonny Greenwood: martellante come l’arma scelta dal protagonista, ritmata come il battito cardiaco in preda all’angoscia ed al tumulto.

A Beautiful Day” è un film intenso e profondo, che colpisce direttamente al cuore dello spettatore, un piccolo gioiello cinematografico di Lynne Ramsay.

Voto: 8

A Beautiful Day (“You Were Never Really Here”, Drammatico, USA, 2017) di Lynne Ramsay. Con Joaquin Phoenix, Ekaterina Samsonov, Alessandro Nivola, Alex Manette, John Doman, Judith Roberts, Jason Babinsky, Frank Pando, Kate Easton, Madison Arnold – In uscita nelle nostre sale da martedì 1 maggio 2018.


FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

Irrational Man: recensione

Un Woody Allen molto cupo e pessimista, ma sempre sagace ed irriverente, firma il suo ultimo film “Irrational Man”, con un magnifico Joaquin Phoenix ed un’affascinante Emma Stone.

irrational0

Joaquin Phoenix ed Emma Stone sono gli straordinari protagonisti della nuova black comedy di Woody Allen, “Irrational Man”, dal 16 dicembre nelle nostre sale.

La storia si ambienta in un tradizionale college americano. Abe Lucas (Joaquin Phonix) è il nuovo professore di filosofia, famoso non solo per i suoi scritti ma anche per essere un vero e proprio latin lover. Abe è, in realtà , un uomo profondamente depresso, sull’orlo del suicidio. Quando incontrerà Jill Pollard (Emma Stone), una promettente e spensierata studentessa, Abe si ritroverà ad interrogarsi sul senso della propria esistenza.

Il film si articola in due parti ben distinte: nella prima sembra riproporre la classica commedia di Allen degli ultimi anni, caratterizzata da molti dialoghi, interrogativi e riflessioni sulla condizione umana di oggi. Si omaggia Dostojevski ma anche Kant, passando per Heidegger. La seconda parte, invece, denota molte sorprese: la storia viene stravolta, acquista un ritmo inaspettato e s’infarcisce di frecciatine sagaci, tipiche di Allen e della sua tagliente ironia.

Il regista, con questo film, riflette sulle teorie esistenzialiste che caratterizzano la società odierna popolata da pochi filosofi, che si interessano solo a teorie del passato, e da una popolazione mediocre ed analfabeta. Così il protagonista della pellicola, da uomo depresso e vinto dalle brutture del Mondo, diventa eroe romantico quando decide di combattere il tiranno e stravolgere l’ordine dell’Universo. Ma nel momento in cui entra in gioco il fattore x inaspettato, lo scenario cambia nuovamente trasformando l’eroe da salvatore a carnefice.

Il nesso filosofico tra “Caso” e “Casualità” diventa il perno della pellicola diretta da Allen che sta cercando di ritrovare un suo linguaggio ed una nuova linfa creativa, dopo gli ultimi e clamorosi flop cinematografici.

Ad una sceneggiatura complessa e molto articolata si affianca un cast di ottimi interpreti: da un irriconoscibile Joaquin Phoenix, ingrassato ed imbruttito per l’occasione, all’affascinante Emma Stone.

“Irrational Man” è un film profondo e molto articolato, che offre differenti piani di lettura e di interpretazione.

Voto: 7

Irrational Man (commedia,USA, 2015) di Woody Allen; con Emma Stone, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Jamie Blackley – in uscita nelle sale da mercoledì 16 dicembre 2015