Archivi tag: film per bambini

Bigfoot Junior: recensione

“Bigfoot Junior”, il nuovo film d’animazione diretto da Ben Stassen, promette tante risate per i più piccoli e per i più grandi, dal 25 gennaio al cinema.

Dal 25 gennaio arriva nelle sale il film d’animazione “Bigfoot Junior”, sesto lungometraggio del regista belga Ben Stassen.

Adam è un tredicenne un po’ sfortunato, cresciuto senza padre e preso di mira dai bulli della scuola. Un giorno però Adam scopre che il padre è ancora vivo e decide di andarlo a cercare. Ben presto scoprirà che suo padre è nientemeno che il leggendario Bigfoot, rimasto nascosto per anni nella foresta per proteggere se stesso e la sua famiglia dalla HairCo., una potente compagnia farmaceutica che vuole utilizzare il suo speciale DNA per condurre esperimenti scientifici. Adam scoprirà anche di avere gli stessi poteri del padre e dovrà, con l’aiuto di alcuni animali della foresta, salvare il padre dalla temibile e crudele compagnia farmaceutica.

Con un uso sapiente del 3D, il regista riesce a confezionare un buon prodotto cinematografico sia dal punto di vista visivo che di narrazione.

Infatti buono è il ritmo, belli i colori della foresta fitta e rigogliosa.

Molte sono le gag divertenti e ben caratterizzati i personaggi.

Lo stesso messaggio di “Bigfoot Junior” risulta essere abbastanza innovativo per un film d’animazione: accanto alle tematiche dell’accettazione del “diverso”, del bullismo delle scuole e degli sconvolgimenti adolescenziali, il film si concentra sia sul tema padre-figlio che sulla vanità maschile.

Un film sicuramente tutto al maschile: si sottolinea l’importanza della figura paterna nella crescita di un figlio, ma si fotografa anche una società moderna in cui gli uomini sono più vanitosi delle donne! Così l’uomo moderno è ossessionato dal suo aspetto esteriore ed è disposto a tutto pur di ottenere magari una folta chioma come l’azienda farmaceutica HairCo.

“Bigfoot Junior” è un buon film d’animazione, ben curato che vanta un ottimo uso del 3D. Il film sicuramente allieterà il pubblico dei più piccoli e strizzerà l’occhio agli adulti che li accompagneranno.

Voto: 7

Bigfoot junior (film d’animazione, Belgio-Francia, 2017) diretto da Jeremy Degruson e Ben Stassen – In uscita al cinema da giovedì 25 gennaio 2018.


FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

Ferdinand: recensione

Le avventure del toro dall’animo sensibile, Ferdinando, arriveranno al cinema dal 21 dicembre diretto dal regista brasiliano Carlos Saldana.

Dal 21 dicembre arriva nelle sale “Ferdinand”, il nuovo film d’animazione diretto dal regista brasiliano Carlos Saldana e distribuito da 20th Century Fox.

La pellicola s’ispira a “La storia del toro Ferdinando”, libro per ragazzi scritto da Munro Leaf ed illustrato da Robert Lawson nel 1936. Nel 1938 la Disney confezionò il noto cortometraggio “Il toro Ferdinando” diretto da Dick Rickard che vinse il premio Oscar come miglior corto animato.

Ferdinando è un piccolo vitello che vive insieme al padre in un allevamento di tori. A differenza dei suoi coetanei, il giovane toro preferisce prendersi cura dei fiori piuttosto che prepararsi ai combattimenti nella corrida. Un giorno Ferdinando scappa dall’allevamento e viene adottato da una bambina. Ben presto però il toro, diventato ormai grande e forte, verrà scelto per partecipare alla corrida da El Primero, il più grande torero del mondo. Ferdinando non vuole combattere ed insieme ai suoi amici cercherà di fuggire.

Il regista Carlos Saldana (“Rio”, “L’era glaciale” e “Robots”) torna al cinema con un nuovo ed entusiasmante film d’animazione dedicato ai più piccoli.

Ad una bella grafica si affianca un buon ritmo e tanta musica e colori che sicuramente allieteranno i bambini ed anche i loro genitori.

Con un uso sapiente del 3D, curata risulta la scenografia e ben articolata la sceneggiatura.

Il messaggio del film è sicuramente importante e ben delineato: il toro Ferdinando è diverso dagli altri suoi coetanei e, per questo motivo, viene presto deriso ed allontanato. La diversità pero può diventare anche un punto di forza: grazie a Ferdinando, infatti, nessun toro perirà più nell’arena. C’è anche il messaggio dell’amicizia e della non-violenza: grazie agli amici ed al suo animo gentile, il toro dimostrerà al mondo intero che la bontà d’animo vince sempre soprattutto sulla crudeltà umana.

Una curiosità che riguarda la pellicola è che, all’epoca, la storia fu etichettata come “sovversiva” per i suoi contenuti pacifisti ed i regimi di Franco e di Hitler lo censurarono!

In realtà “Ferdinand” è semplicemente un film sull’amicizia, sulla diversità e sulla bontà d’animo.

A dicembre il toro “Ferdinand” sicuramente conquisterà tutti, dai più piccoli ai più grandi, con la sua travolgente simpatia.

Voto: 8

Ferdinand (Animazione, 2017) di Carlos Saldanha. In uscita nelle nostre sale da giovedì 21 dicembre 2017


LEGO Ninjago: recensione

I mattoncini più famosi del mondo, i Lego ritornano sul grande schermo per una nuova avventura con “LEGO Ninjago”, dal 12 ottobre al cinema.

LEGO Ninjago”, secondo spin-off del film “The LEGO Movie”, dopo “LEGO Batman”, arriva nelle nostre sale dal 12 ottobre diretto da Charlie Bean, al suo esordio registro per il grande schermo ma veterano dell’animazione tv (“Tiny Toons Adventures”, “Il laboratorio di Dexter”, “Le superchicche”).

La città di Ninjago è sotto attacco del perfido signore della guerra Garmadon. A difesa della città ci sono i giovani guerrieri ninja, addestrati dal Maestro Wu: Lloyd, il ninja verde; i fratelli Kai e Nya, il focoso ninja rosso e la tenace dominatrice dell’acqua; il nidroid del ghiaccio Zane; il flemmatico Cole, guerriero della terra, e lo stravagante ninja blu, Jay. Ma Garmadon è il padre di Master Builder Lloyd, il ninja Verde: ben presto il conflitto padre -figlio sconfinerà i semplici piani di invasione o salvaguardia della città. La giovane squadra di ninja dovrà imparare a controllare i propri sentimenti ed a lavorare insieme per scoprire le proprie innate doti da Spinjitzu.

Mattonino dopo mattoncino, così il film racconta, con i toni leggeri propri dei film per famiglie, l’amore ed i contrasti tra padre e figlio. Lo stesso messaggio del cercare la vera identità e la propria forza all’interno del proprio Io è sempre positivo ed apprezzabile.

Bella è la scenografia, sempre curata come nei precedenti capitoli della saga tanto amata dai più piccoli.

vA differenza degli altri capitoli, però “LEGO Ninjago” è sicuramente più rivolta ad un pubblico di giovanissimi, gli stessi fruitori dei mattoncini giocattolo, risultando forse un po’ noiosa per gli adulti-accompagnatori.

Buono è il ritmo, carino anche l’espediente narrativo del gatto come del cameo del sempre simpatico Jackie Chan.

LEGO Ninjago” è un buon prodotto cinematografico che sicuramente allieterà il pubblico dei più piccoli.

Voto: 7

LEGO Ninjago (Animazione, Usa, 2017) di Charlie Bean. In uscita nelle nostre sale da giovedì 12 ottobre 2017.


Olaf’s Frozen Adventure: il trailer

Olaf, Elsa ed Anna ritorneranno sul grande schermo con il corto “Olaf’s Frozen Adventure” il prossimo Natale.

La Disney ha pubblicato il primo trailer del cortometraggio animato di “Olaf’s Frozen Adventure” che vedrà, perla gioia dei più piccoli, il ritorno sul grande schermo degli amati protagonisti del film Disney del 2013 “Frozen – Il Regno di Ghiaccio”.

Il cortometraggio, della durata di ben 22 minuti, accompagnerà l’uscita nelle sale di “Coco”, film targato Pixar in uscita a novembre nelle sale americane.

Il trailer inizia con Elsa che annuncia alla folla: “Iniziano le vacanze!”. Anna però chiede ad Elsa se hanno delle proprie tradizioni famigliari per festeggiare questo periodo. Quando le sorelle scopriranno di non conoscere tradizioni a riguardo incaricheranno Olaf di scoprirle, andando in giro a raccogliere informazioni. Grazie alla sua simpatia in molti accoglieranno il pupazzo di neve nelle proprie case.

Il cortometraggio è un piccolo assaggio per ricreare la magica atmosfera di “Frozen”, in attesa del film “Frozen 2” la cui release è prevista per il 27 novembre 2019.

Ballerina: recensione

Dal 16 febbraio arriva il film d’animazione “Ballerina” di Eric Summer ed Éric Warin dedicato alle giovanissime aspiranti Étoile.

ball0

L’Opéra di Parigi apre le sue porte ai sogni della protagonista di “Ballerina” film d’animazione diretto da Eric Summer ed Éric Warin, dal 16 febbraio nelle nostre sale.

Francia, fine ‘800. Félicie è un’orfana che vive in Bretagna. Il suo sogno è di poter danzare all’Opéra di Parigi. Un giorno la bambina decide, insieme al suo amico Victor, di fuggire nella capitale francese per realizzare i suoi desideri. Félicie incontrerà Odette, un’étoile caduta in disgrazia, che presto diventerà la sua guida, mentre si dovrà scontrare con l’aspirante ballerina Camille e la sua arcigna madre Madame Le Haut.

“Ballerina” è un film d’animazione rivolto ai più piccoli.

Ad una sceneggiatura lineare corrisponde una grafica digitale semplice, quasi essenziale.

Molti sono i rimandi e le citazioni a personaggi e film cari agli spettatori più adulti: la protagonista assomiglia a “Pippi Calze Lunghe”, il suo allenamento ricorda quello di “Karate Kid”. Gli stessi personaggi cattivi, come il custode dell’orfanotrofio o Madame Le Haut fanno il verso rispettivamente al “Gobbo di Notre dame” ed alla matrigna di “Cenerentola”.

Ad uno script che non brilla di originalità corrisponde anche un messaggio ridondante e sentito: per realizzare i propri sogni ci vuole perseveranza, duro lavoro e soprattutto cuore!

Il film d’animazione francese vede al doppiaggio italiano: Sabrina Ferilli, l’Etoile Eleonora Abbagnato, Federico Russo (“I Cesaroni”, “Alex & Co.”) ed Emanuela Ionica (voce italiana di “Violetta”).

La colonna sonora del film include il brano originale “Tu sei una favola” di Francesca Michielin.

“Ballerina” è un film d’animazione semplice e senza alcuna velleità artistica dedicato alle piccole appassionate di danza.

Voto: 6

Ballerina (Animazione, Francia, 2016) di Eric Summer, Éric Warin. Con Elle Fanning, Dane DeHaan, Carly Rae Jepsen, Shoshana Sperling, Maddie Ziegler. -in uscita nelle nostre sale da giovedì 16 febbraio 2017.

Oceania: recensione

Tanta avventura e colori sgargianti per “Oceania”, il nuovo film d’animazione Disney in arrivo nelle nostre sale dal 22 dicembre.

moana0

Per la gioia dei più piccoli con le feste natalizie arriva “Oceania”, il nuovo film d’animazione targato Disney.

Ispirato a leggende e storie popolari delle isole del Pacifico, i registi Ron Clements e John Musker, storici registi Disney di “Basil l’investigatopo“, “La Sirenetta”, “Aladdin” e “La principessa e il ranocchio”, portano sul grande schermo una storia d’avventura piena di musica e colori sgargianti.

Il titolo originario del film è “Moana”, che in lingua maori significa “Oceano”, che solo per l’Italia è stato cambiato con “Oceania” per evitare antipatici malintesi con la famosa omonima pornostar italiana.

Vaiana è la figlia di un capo villaggio che fin da bambina sogna di navigare l’Oceano nonostante i divieti assoluti del padre. Un giorno però, per salvare il proprio popolo e la propria isola, la giovane dovrà intraprendere un avventuroso viaggio e sconfiggere epici mostri per risvegliare la mitologica figura della Madre Terra, che secoli prima è stata privata del proprio cuore. Durante il difficile viaggio Vaiana sarà accompagnata dal simpaticissimo Maui, un semi-Dio caduto in disgrazia.

Il film vanta tutti gli ingredienti tipici delle pellicole Disney: ci sono gag divertenti, musiche facilmente orecchiabili, altissima qualità d’animazione, un’eroina energica ed impavida. C’è il tema del rispetto dell’ambiente, l’importanza del ritrovare le proprie origini, la ricerca dei propri sogni, ma anche il valore della famiglia da cui però bisogna allontanarsi per la propria crescita personale.

Bellissimi sono anche gli effetti visivi: i colori sono sgargianti, le scenografie paradisiache e l’oceano stesso è cosi reale che ipnotizza lo spettatore!

Sicuramente Oceania rientra nell’ultima tendenza Disney dell’eroine senza romanticismo. Infatti non c’è alcun principe pronto a salvarla, come fu nel caso di Elsa di Frozen. Inoltre è un’eroina che poco rispecchia i canoni della bellezza classica: Vaiana è goffa, abbastanza tozza, non troppo alta. Non ha la dolcezza di Biancaneve, ne l’eleganza di Cenerentola o la simpatia di Rapunzel.

Il mondo dell’infanzia ha veramente bisogno di tutte queste eroine solitarie?

Secondo la Disney le bambine di oggi possono solo sognare di attraversare oceani e di sconfiggere mostri, ma non hanno diritto ad un po’ di romanticismo.

“Oceania” è un film d’animazione che vanta degli effetti meravigliosi e che sicuramente allieterà i più piccoli.

Voto: 7

Oceania (Moana, animazione, Disney, 2016) di John Musker, Ron Clements; con Dwayne Johnson, Alan Tudyk, Auli’i Cravalho, Phillipa Soo, Nicole Scherzinger, Jemaine Clement, Temuera Morrison, Rachel House – in uscita nelle nostre sale da giovedì 22 dicembre 2016.


Topolino e Disney Yunior arrivano al cinema

Sabato 12 e domenica 13 novembre la magia del canale Disney arriva sul grande schermo con “Tutti al cinema con Topolino e Disney Yunior”

top0

Sabato 12 e domenica 13 novembre, per  la gioia dei più piccoli, arriva sul grande schermo “Tutti al cinema con Topolino e Disney Yunior”.

 

Un evento speciale targato Disney che vedrà tutta la magia, la musica ed il divertimento del mondo fiabesco disneyano dedicato alle famiglie.

Ci sarà Topolino che interagirà con i bambini e li guiderà alla visione di tre puntate inedite delle celebri serie “Sofia la Principessa” in compagnia di Olaf, il pupazzo di neve di “Frozen – Il Regno di Ghiaccio”,  della “Dottoressa Peluche” e “La Casa di Topolino”. Faranno capolino anche note ed amate principesse come Cenerentola e fatine.

In occasione di questo imperdibile appuntamento, Disney Italia  ha in serbo un’altra sorpresa per tutta la famiglia: a fronte dell’acquisto di un biglietto intero, infatti, il secondo sarà in omaggio per tutti coloro che alle casse dei cinema mostreranno uno dei buoni distribuiti gratuitamente presso tutti i Disney Store e Toys Center d’Italia.

Fonte: Comunicato Stampa

Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato: arriva il prequel

La Warner Bros pensa ad un prequel per “Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato” sotto la guida di di David Heyman.

willi0

Il noto film “Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato” avrà un prequel: secondo Variety, la Warner Bros avrebbe già acquisito i diritti e starebbe formando la squadra per iniziare i lavori al più presto.

Adattamento cinematografico dall’omonimo libro di di Dahl del 1964, reso famoso nel 1971 con protagonista Gene Wilder, e nel 2005 con il reboot diretto da Tim Burton con il poliedrico Johnny Depp, la pellicola si appresta ora ad avere un prequel.

Il film sarà prodotto da David Heyman, produttore di “Animali Fantastici e dove trovarli”, Michael Siegel e Kevin McCormick.

Lo script è stato affidato a Simon Rich, autore del film d’animazione  “Inside Out” e “Pets”.

Ancora non si conosce il nome del regista o del cast.

Angry Birds: recensione

Il noto videogame “Angry Birds” diventa un divertente lungometraggio animato adatto ai più piccoli. Al cinema dal 15 giugno.

angry0

Adattamento cinematografico dell’omonimo videogame, “Angry Birds” arriva al cinema dal 15 giugno.

Red è un uccello sempre arrabbiato perché criticato per il suo aspetto e per il suo comportamento rude. Red vive in un paese di uccelli che non volano ma che vivono felici e tranquilli. Un giorno pero arrivano dei maiali all’apparenza innocui. Ben presto i maiali sveleranno i loro piani malvagi e toccherà a Red ed ai suoi amici salvare il villaggio dei pennuti.

La pellicola vanta un’ottima grafica nel rispetto dei personaggi del videogioco originale. Buono è il ritmo come la sceneggiatura. Infarcita di sentimentalismo ed azione, vanta anche divertenti e spassose gag.

Il film, nonostante sia destinato ai più piccoli, non manca poi di strizzare spesso l’occhio ai più grandi con citazioni cinematografiche e battute famose.

Innovativo ed originale è sicuramente il messaggio. Infatti da un lato c’è la parodia del mondo moderno diviso tra le due civiltà: quella più industrializzata e capitalistica dei maiali (omaggio anche ad Orwell) che dietro sorrisi e palloncini vogliono derubare i pennuti del loro futuro e del loro tesoro più prezioso; dall’altro una civiltà più arcaica, quale quella dei piumati, basata semplicemente sui buoni sentimenti.

Inoltre la stessa diversità del protagonista viene caratterizzata in modo differente: al solito messaggio del “diverso” inizialmente isolato e condannato che poi rivela essere unico e pertanto leader, si aggiunge la componente della rabbia da “incanalare”. Così la rabbia educata ed indirizzata nel modo giusto diventa un sentimento necessario e positivo. In una società iper attiva come quella odierna, un messaggio del genere destinato ai più piccoli diventa sicuramente importante perché nella frenesia quotidiana del fare sottolinea l’importanza e l’urgenza di saper dominare e razionalizzare la rabbia da essa generata.

Angry Birds” è una pellicola ben confezionata e divertente che non mancherà di allietare sia i più piccoli che il pubblico adulto.

Voto: 7

Angry Birds – Il film (Angry Birds, USA, 2016) di Clay Kaytis e Fergal Reilly. Con Jason Sudeikis, Josh Gad, Danny McBride, Maya Rudolph, Bill Hader, Peter Dinklage, Marcello Macchia, Alessandro Cattelan, Chiara Francini, Ike Barinholtz, Danielle Brooks, Keegan Michael Key, Jillian Bell, Tony Hale, Kate McKinnon, Hannibal Buress, Cristela Alonzo, Anthony Padilla e Ian Hecox- in uscita nelle nostre sale da mercoledì 15 giugno 2016


Fuga dal pianeta Terra: recensione

Le divertenti e rocambolesche avventure di un alieno blu che cerca di scappare dal nostro pianeta: “Fuga dal pianeta Terra”, dal 28 aprile al cinema.

fuga0

Fuga dal pianeta Terra”, film d’animazione e primo lungometraggio di Cal Brunker, noto co-sceneggiatore di “Ortone e il mondo dei chi”, “Cattivissimo me” e “L’era glaciale 4 – Continenti alla deriva”, arriva nelle nostre sale dal 28 aprile.

Basato su un racconto di Tony Leech e Cory Edwards, la pellicola racconta le vicende di un alieno blu del Pianeta Baab che si ritrova sulla Terra.

Durante una missione sul pericolosissimo Pianeta Oscuro (la Terra), il celebre astronauta Scorch Supernova verrà fatto prigioniero, facendo perdere i suoi contatti, nell’Area 51. Toccherà al fratello Gary intraprendere una nuova e pericolosa missione di salvataggio. Sulla Terra, i fratelli Supernova incontreranno altri simpatici alieni imprigionati e costretti a creare una terribile macchina per il malvagio generale Shanker.

“Fuga dal pianeta Terra” è un film d’animazione dedicato ai più piccoli.

La pellicola non vanta un particolare grafica o un’articolata sceneggiatura.

Molti poi sono i rimandi e gli omaggi, sia sonori che visivi, a pellicole del genere fantasy più famose. Il ritmo spesso arranca e lo sviluppo narrativo langue in più punti.

Il film risulta anche infarcito di messaggi più o meno espliciti: quali la necessaria cooperazione tra popoli ed i veri valori, quali la famiglia. Alla gloria paventata ed acclamata così si preferisce l’intelligenza per risolvere le situazioni più difficili.

Il regista Brunker confeziona una pellicola ad hoc per un pubblico infantile: senza molte pretese o aspirazioni. Se i più piccoli sicuramente apprezzeranno il film, gli adulti accompagnatori rischiano di annoiarsi!

Voto: 5

Fuga dal pianeta Terra (Escape From Planet Earth, USA, 2013) di Cal Brunker. Con Brendan Fraser, Rob Corddry, Ricky Gervais, Jonathan Morgan Heit, Jessica Alba, Sofía Vergara, Paul Scheer, Sarah Jessica Parker e James Gandolfini – in uscita nelle nostre sale da giovedì 28 aprile 2016