Archivi tag: Ewan McGregor

La Bella e la Bestia: recensione

Dal 16 marzo arriva l’attesissimo remake in live-action del film Disney “La Bella e la Bestia” con Emma Watson.

belle0

Vincitore di due Oscar e ben tre Golden Globe il film Disney del 1991 “La Bella e la Bestia” ha fatto sognare e cantare molte generazioni. Dal 16 marzo arriva sul grande schermo il remake in live action diretto da Bill Condon, apprezzato regista di “Dreamgirls” e “Twilight: Breaking Dawn”.

“La Bella e la Bestia” ricalca fedelmente il film originario del 1991: stessi i personaggi, uguali gli abiti, le situazioni, gli oggetti animati, le canzoni.

Bellissimi gli effetti speciali e le attente ricostruzioni ricreano la magia e la fiaba della originaria favola Disney.

La stessa trama è identica: il regista Condon aggiunge semplicemente qualche divagazione ed accenno alle origini dei protagonisti per regalare maggior spessore psicologico.

La stessa sontuosità, i toni fiabeschi e tanto ritmo caratterizzano questa versione live-action che vanta anche un cast d’eccezione: dalla sempre brava Emma Watson, ex maghetta di Harry Potter, al perfido e buffo Gaston interpretato da Luke Evans, da Kevin Kline nei panni dell’inventore Maurice ai vari personaggi animati – rinati come Ewan McGregor, Stanley Tucci, Audra McDonald, Gugu Mbatha Raw, Ian McKellen ed Emma Thompson.

La Bella e la Bestia” di Condon però, nonostante sia una copia carbone dell’originale Disney, pecca sotto molti aspetti. Innanzitutto le canzoni classiche, che in molti ricordano a memoria, sono state allungate e stravolte nei testi per permettere non solo un sincrono labiale con gli interpreti ma anche per rispettare i tempi del live action. Il risultato è disastroso: rime ridicole, testi che annaspano.

La stessa Bestia è troppo bella per poter intimorire: nel film d’animazione alcune scene risultavano molto dark – gotiche. La Bestia, e lo stesso castello, dovevano impaurire, poiché rappresentavano il male, la condanna all’infelicità eterna. In questa pellicola invece il castello appare in tutto il suo splendore, e la stessa Bestia, fina dai primi fotogrammi, ispira gentilezza e dolcezza!

La situazione è peggiorata dal doppiaggio: terribile e spiazzante risulta Andrea Mete, voce della Bestia, disastrosa Vittoria Puccini, quale voce narrante che introduce la storia.

Il film è stato anche avvolto da alcune polemiche riguardo il personaggio di LeFou, interpretato da Josh Gad. A causa della sua marcata omosessualità, il film sarà vietato in Russia e Stati Uniti ai minori di 16 anni ed è stato accusato di fare “propaganda gay”.

In realtà, al di là delle polemiche, non si comprende per quale motivo un film Disney dedicato ai più piccoli debba essere stravolto con testi ridicoli e nuove caratterizzazioni dei personaggi!

“La Bella e la Bestia” è un film visivamente apprezzabile, che però manca della genuina e briosa magia che appartiene all’originale del 1991.

Voto: 6,5

La Bella e la Bestia (Usa, live-action, 2017) di Bill Condon; con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Josh Gad, Ewan McGregor, Stanley Tucci, Audra McDonald, Gugu Mbatha Raw, Ian McKellen, Emma Thompson, Sonoya Mizuno – in uscita nelle nostre sale da giovedì 16 marzo 2017.


FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

T2 Trainspotting: recensione

Il noto regista Danny Boyle ritorna sul grande schermo con l’attesissimo “T2 Traispotting” con protagonisti Ewan McGregor, Jonny Lee Miller, Ewen Bremner, Robert Carlyle e Simon Weir.

tra0

Dopo 21 anni dal primo capitolo “Trainspotting”, rivelazione e film cult per quella generazione, arriva finalmente il tanto sofferto e chiacchierato sequel “T2 Trainspotting”, dal 23 febbraio nelle nostre sale.

Alla regia c’è sempre Danny Boyle, la pellicola trae spunto dal sequel letterario “Porno” di Irvine Welsh ed i protagonisti, con qualche anno in più, sono sempre Renton (Ewan McGregor), Spud (Ewen Bremner), Sick Boy (Jonny Lee Miller) e Begbie (Robert Carlyle).

Dopo 20 anni Mark Renton torna a casa. Non si droga da 20 anni, dopo essere scappato ad Amsterdam con i soldi degli amici. Ad Edimburgo ritrova vecchie e nuove conoscenze: Spud, ancora tossicodipendente, ha un’ex moglie ed un figlio che si vergogna di lui; Sick Boy gestisce il fallimentare pub di famiglia, sniffa coca e ricatta uomini borghesi dopo averli ripresi mentre fanno sesso con una prostituta – sua compagna; Begbie, evaso dalla galera, si dedica ai furti e scopre un figlio che vuole andare al college.

Attraverso un mix di flashback e musica, il regista con questo secondo capitolo racconta le delusioni della crescita. I suoi quattro protagonisti sono pieni di rancore, paure ma soprattutto di nostalgia per il passato.

Troppi rimpianti o forse omaggio ad una generazione ormai diventata vecchia e dimentica: dalla musica alla droga tutto parlava di eccesso. Oggi, come lo stesso regista racconta, la tecnologia, i social, la globalizzazione schiacciano le persone massificandole. L’intera pellicola è percorsa da un velato pessimismo: i suoi protagonisti anelano ad un passato che ormai non esiste più, dove il presente è solo fallimento o rinuncia.

La regia di Boyle è sempre perfetta e minuziosa, il ritmo incalzante, bellissime sono le musiche come “Lust for life” remixata dai Prodigy e “Radio Ga Ga” dei Queen, oltre ai Frankie Goes To Hollywood, Blondie, The Clash, Young Fathers.

Gli stessi protagonisti, Ewan McGregor, Jonny Lee Miller, Ewen Bremner, Robert Carlyle e Simon Weir, hanno una perfetta alchimia ed offrono un’ottima interpretazione.

A differenza del primo capitolo sicuramente non ci sono scene iconiche o battute simbolo, e soprattutto risulta essere una commedia drammatica troppo nostalgica.

T2 Trainspotting” è sicuramente un buon prodotto cinematografico degno di un regista del livello di Danny Boyle.

Voto: 7

T2 Trainspotting (Commedia, Uk, 2017) di Danny Boyle; con Ewan McGregor, Jonny Lee Miller, Ewen Bremner, Robert Carlyle, Simon Weir, Karl Argue, Paul Ellard, Kelly MacDonald, Shirley Henderson, Steven Robertson, Anjela Nedyalkova, Irvine Welsh – in uscita nelle nostre sale da giovedì 23 febbraio 2017.


Trainspotting 2: il full trailer

La Sony ha finalmente pubblicato il full trailer di “Trainspotting 2”, sequel del film cult del 1996 diretto da Danny Boyle.

t2

Mancano ormai pochi mesi all’arrivo nei cinema dell’attesissimo “Trainspotting 2” , sequel del film cult del 1996, diretto da Danny Boyle.

La Sony ha finalmente pubblicato il trailer ufficiale del film che ripercorre le stesse immagini dell’originale, aggiornate ai tempi moderni, tra cui anche la vendetta di Begbie dopo gli anni passati in prigione.

“T2”, già dal trailer, promette tanta adrenalina!

Il protagonista afferma:

“Scegliete le vecchie fiamme e sperate di aver fatto tutto diversamente. Scegliete di guardare la storia ripetersi. Scegliete il futuro, i reality in TV, il revenge porn, i contratti a orario zero, un viaggio di due ore per andare a lavorare e scegliete lo stesso per i vostri figli oppure fate di peggio e soffocate il dolore con una dose di droga sconosciuta fatta in casa di uno sconosciuto. E poi, prendete un bel respiro”.

Basato sui personaggi creati da Irvine Welsh e scritto da John Hodge, il film vedrà il ritorno di Ewan McGregor nei panni di Renton, Ewen Bremner come Spud, Jonny Lee Miller come Sick Boy, e Robert Carlyle come Begbie.

Sembra però che la trama non si baserà sul sequel del romanzo, intitolato “Porno”, ma sarà qualcosa di originale.

La release di “Trainspotting 2” è programmata per il 10 febbraio 2017.

 Il Traditore Tipo: recensione

Ewan McGregor è il protagonista dello spy thriller “Il Traditore Tipo”, adattamento cinematografico del l’omonimo romanzo di John le Carré.

trad0

Dal 5 maggio arriva nelle nostre sale lo spy thriller “Il Traditore Tipo” diretto da Susanna White e scritto dall’affermato sceneggiatore di “Drive”, Hossein Amini.

Adattamento cinematografico dell’omonimo best seller di John le Carré, il film vede protagonista il noto attore Ewan McGregor (“Trainspotting”, “Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith”).

Perry Makepeace (Ewan McGregor) è un professore inglese in vacanza a Marrakech insieme alla moglie Gail Perkins (Naomie Harris), un avvocato penalista. In Marocco, Perry conosce Dima (Stellan SkarsgArd), un eccentrico russo che ben presto si rivelerà essere un importante esponente della mafia russa. Dima chiederà aiuto al professore per mettere in salvo la propria famiglia tramite i servizi segreti britannici. Così, suo malgrado, Perry si ritroverà coinvolto nel pericoloso mondo dello spionaggio politico internazionale.

Il film vanta una sceneggiatura lineare e schematica, un ritmo altalenante ed uno sviluppo narrativo poco articolato.

Molti sono i felici adattamenti cinematografici dei romanzi del noto autore John le Carré, dal classico “La spia che venne dal freddo”, “La casa Russia”, “The Constant Gardener – La cospirazione”, “La Talpa” a “La spia – A Most Wanted Man”.

“Il Traditore Tipo”, invece, risulta essere poco thriller dato che manca di suspense e di ritmo incalzante, qualità essenziali per una spy story!

La regista inglese Susanna White, specialista di prodotti per la tv (“Bleak House”, “Jane Eyre”), ha preferito scegliere un registro classico e riflessivo. Infatti tutta la pellicola s’incentra sul titolo del film: “chi è il traditore tipo?” Perry ha tradito la moglie, Dima vuole tradire il suo boss, la figlia di Dima tradisce il padre per amore, l’agente inglese tradisce il suo capo per vendetta. Ogni personaggio della pellicola, per motivi diversi, risulta così essere un traditore.

Al di là del citato risvolto psicologico, la regista non riesce a costruire una storia credibile e convincente, nonostante possa vantare uno script importante ed un cast d’eccezione. Gli stessi attori infatti, primo fra tutti il sempre apprezzato Ewan McGregor, risultano inespressivi e poco partecipi.

“Il Traditore Tipo” sarebbe potuto essere un buon spy thriller, ma a causa dello stile didascalico e della poca suspense risulta essere una commediola mediocre.

Voto: 4

Il Traditore Tipo (Our Kind of Traitor, thriller, UK, 2015) di Susanna White con Ewan McGregor, Stellan Skarsgård, Damian Lewis, Naomie Harris, Jeremy Northam, Khalid Abdalla, Mark Gatiss, Saskia Reeves, Mark Stanley, Alec Utgoff, Pawel Szajda, Marek Oravec, Velibor Topic, Radivoje Bukvic, Dolya Gavanski, Christian Brassington, Jon Wennington – in uscita nelle nostre sale da giovedì 5 maggio 2016