Archivi tag: Emma Stone

La La Land: recensione

Emma Stone e Ryan Gosling sono i protagonisti dell’acclamato e pluripremiato musical “La La Land” di Damian Chazelle.

LLL d 12 _2353.NEF
LLL d 12 _2353.NEF

Dopo aver raccolto il plauso della critica e collezionato molti premi, arriva finalmente nelle nostre sale dal 26 gennaio l’attesissimo musical “La La Land” con Emma Stone e Ryan Gosling.

Diretto dall’appena trentenne Damian Chazelle, il film si appresta a far incetta di premi anche alla prossima cerimonia degli Oscar.

In una Los Angeles patinata e cinica, che prima ti ammalia e poi calpesta i tuoi sogni, ci sono un’aspirante attrice, Mia (Emma Stone), che tra un casting e l’altro si è ridotta a far la cameriera in un bar degli studios Warner; e Sebastian (Ryan Gosling), un musicista jazz, costretto per sbarcare il lunario a suonare in squallide feste e bui pianobar. Ben presto s’innamoreranno ma la loro relazione se in un primo momento li aiuterà a realizzare i loro sogni, poi diverrà un ostacolo insormontabile.

Omaggiando il cinemascope ed il technicolor di quel cinema a stelle e strisce ormai dimenticato degli anni ’40 e ‘50, “La La Land” vanta dei bellissimi effetti visivi, una perfetta ricerca estetica, musiche facilmente orecchiabili, interessanti sketch di tip tap.

C’è tanto ritmo, colori abbaglianti e tanta musica: il regista Chazelle cerca così di ricreare quell’atmosfera romantica ed ingenua dei film degli anni ’50.

Protagoniste assolute sono sicuramente le splendide canzoni scritte e musicate da Justin Hurwitz, ed interpretate impeccabilmente dall’affascinante ventisettenne Emma Stone. La Stone infatti riempie completamente lo schermo con il suo far leggiadro ed etereo, ma anche con una semplice strofa appena intonata, una lacrima o un sorriso. Meno incisivo è sicuramente il sex symbol Ryan Gosling, che nonostante i suoi apprezzabili tentativi scenici e musicali, risulta comunque in una posizione d’ombra rispetto alla Stone.

Romantico e nostalgico: apparentemente un omaggio a quel cinema colorato e sognatore ormai dimenticato dalle nuove generazioni. Allo stesso tempo una storia d’amore che sicuramente non pecca di originalità ma risulta infarcita di cliché e déjà-vu. Il giovane regista Damian Chazelle confeziona così un musical variopinto ed ambizioso, che vuole ammaliare con i suoi colori e musiche ma che allo stesso tempo cela una feroce critica alla società moderna ed al mondo patinato di Hollywood. Infatti, la gloria, la realizzazione dei propri sogni lavorativi sono oggi sinonimo di perdita di valori, primo fra tutti quello dell’amore e della famiglia. I protagonisti ottengono quello per cui hanno lottato e pianto a scapito però del loro amore, della vera realizzazione personale!

Chazelle riflette anche sul progresso: la società odierna è ossessionata dal domani, dalle nuove tecnologie, le nuove idolatrie. Questo avviene nel mondo reale come nella grande macchina hollywoodiana. In realtà la vera rivoluzione sarebbe riscoprire e ripartire dalle origini: da quel cinema spensierato che fabbricava sogni ed illusioni, dalla famiglia invece che dall’affannosa ricerca del denaro e della fama. “I folli ed i sognatori” di Chazelle migliorano la società di domani con i loro pathos, l’amore, la loro passione. Le emozioni nella società moderna sono come il jazz: spesso dimenticato, bistrattato, poco ascoltato. Il jazz però non è solo musica ma anche storia di un popolo che lottava per i propri sogni, ed allo stesso tempo è improvvisazione, immaginazione, romanticismo.

Diversamente dagli altri famosi e recenti musical, come “Chicago” o “Moulin Rouge”, “La La Land” cela una complessità ed una modernità profonda inaspettata.

L’unico aspetto negativo del film è forse la mancanza di magia, che era propria delle pellicole del genere. Una favola senza magia è come una realtà senza sogni: il film trasuda una profonda nostalgia per quel cinema e quella società che voleva semplicemente sognare.

“La La Land” è un buon prodotto cinematografico, perfetto visivamente ed esteticamente, che vanta molti spunti riflessivi.

Damian Chazelle, dopo aver conquistato la fama con “Whiplash”, si conferma essere un talentoso e giovane regista che merita sicuramente l’attenzione ed il plauso della critica e del pubblico.

Voto: 8

La La Land (Usa, 2016, musical) di Damien Chazelle; con Emma Stone, Ryan Gosling, J. K. Simmons, Finn Wittrock, Sonoya Mizuno, Hemky Madera, Ana Flavia Gavlak, John Legend, Callie Hernandez – in uscita nelle nostre sale da giovedì 26 gennaio 2017.


FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

Emma Stone in trattative per Crudelia Demon

L’affascinante attrice Emma Stone potrebbe interpretare Crudelia De Mon nel nuovo film Disney in live action “La Carica dei 101”.

Emma-Stone-0

La nota attrice Emma Stone è in trattative per interpretare il personaggio di Crudelia De Mon nel nuovo film Disney in live action de “La Carica dei 101”.

La famigerata Crudelia è una ricca signora anziana che fa rapire ben 101 cuccioli di dalmata per confezionarsi una pelliccia. Sarà fermata dai coniugi proprietari di Pongo e Peggy, i genitori di alcuni dei cuccioli rapiti.

Il film d’animazione, tanto amato dai più piccoli, risale al 1961, mentre la versione live action è del 1996, diretta da John Hughes, in cui la sempre bravissima Glenn Close interpretava Crudelia.

<!—more–>

Il nuovo film della Disney non ha ancora un regista, mentre la sceneggiatura è stata affidata ad Aline Brosh McKenna.

Nel frattempo Emma Stone è la protagonista sul grande schermo del nuovo film di Woody AllenIrrational Man”. Tra i prossimi impegni, la Stone annovera anche un film musical “La La Land” accanto a Ryan Gosling, e la commedia “Battle of sexes” con Steve Carell, per la regia di Jonathan Dayton e Valerie Faris.

Irrational Man: recensione

Un Woody Allen molto cupo e pessimista, ma sempre sagace ed irriverente, firma il suo ultimo film “Irrational Man”, con un magnifico Joaquin Phoenix ed un’affascinante Emma Stone.

irrational0

Joaquin Phoenix ed Emma Stone sono gli straordinari protagonisti della nuova black comedy di Woody Allen, “Irrational Man”, dal 16 dicembre nelle nostre sale.

La storia si ambienta in un tradizionale college americano. Abe Lucas (Joaquin Phonix) è il nuovo professore di filosofia, famoso non solo per i suoi scritti ma anche per essere un vero e proprio latin lover. Abe è, in realtà , un uomo profondamente depresso, sull’orlo del suicidio. Quando incontrerà Jill Pollard (Emma Stone), una promettente e spensierata studentessa, Abe si ritroverà ad interrogarsi sul senso della propria esistenza.

Il film si articola in due parti ben distinte: nella prima sembra riproporre la classica commedia di Allen degli ultimi anni, caratterizzata da molti dialoghi, interrogativi e riflessioni sulla condizione umana di oggi. Si omaggia Dostojevski ma anche Kant, passando per Heidegger. La seconda parte, invece, denota molte sorprese: la storia viene stravolta, acquista un ritmo inaspettato e s’infarcisce di frecciatine sagaci, tipiche di Allen e della sua tagliente ironia.

Il regista, con questo film, riflette sulle teorie esistenzialiste che caratterizzano la società odierna popolata da pochi filosofi, che si interessano solo a teorie del passato, e da una popolazione mediocre ed analfabeta. Così il protagonista della pellicola, da uomo depresso e vinto dalle brutture del Mondo, diventa eroe romantico quando decide di combattere il tiranno e stravolgere l’ordine dell’Universo. Ma nel momento in cui entra in gioco il fattore x inaspettato, lo scenario cambia nuovamente trasformando l’eroe da salvatore a carnefice.

Il nesso filosofico tra “Caso” e “Casualità” diventa il perno della pellicola diretta da Allen che sta cercando di ritrovare un suo linguaggio ed una nuova linfa creativa, dopo gli ultimi e clamorosi flop cinematografici.

Ad una sceneggiatura complessa e molto articolata si affianca un cast di ottimi interpreti: da un irriconoscibile Joaquin Phoenix, ingrassato ed imbruttito per l’occasione, all’affascinante Emma Stone.

“Irrational Man” è un film profondo e molto articolato, che offre differenti piani di lettura e di interpretazione.

Voto: 7

Irrational Man (commedia,USA, 2015) di Woody Allen; con Emma Stone, Joaquin Phoenix, Parker Posey, Jamie Blackley – in uscita nelle sale da mercoledì 16 dicembre 2015

Bradley Cooper criticato dagli Hawaiani per Aloha

“Aloha”, il nuovo film di Cameron Crowe con Bradley Cooper è stato ferocemente criticato perchè irrispettoso della cultura hawaiana.

aloha

Il noto ed affascinante attore Bradley Cooper sta avendo dei seri problemi con gli hawaiani. Il suo ultimo film, “Aloha” diretto da Cameron Crowe, ha scatenato le ire e feroci critiche da parte delle autorità hawaiane.

In particolare il Media Action Network for Asian Americans (MANAA) ha criticato il titolo in quanto non usato in modo appropriato e l‘intera pellicola perchè irrispettosa nei confronti delle diversità etniche della regione.

Continua la lettura di Bradley Cooper criticato dagli Hawaiani per Aloha

Bradley Cooper ed Emma Stone in “Aloha”: il trailer

L’affascinante Bradley Cooper conteso tra due bellissime donne, Emma Stone e Rachel McAdams, per “Aloha”, la nuova commedia romantica di Cameron Crowe.

aloha01

Dal 29 maggio arriva nelle sale americane la nuova commedia romantica “Aloha” con protagonisti Emma Stone e Bradley Cooper.

È stato pubblicato il nuovo trailer del film diretto da Cameron Crowe, noto regista e sceneggiatore per “Jerry Maguire” (1996), “Quasi famosi” (2000) e “Vanilla Sky” (2001).

La pellicola racconta la storia di Brian Gilcrest (Bradley Cooper), un contractor militare che, dopo aver combinato un pasticcio sul piano professionale, decide di ritornare ad Honolulu per potersi riscattare. Infatti nella capitale hawaiana, Brian, in passato aveva raggiunto l’apice della sua carriera grazie al programma spaziale americano. Tra indimenticabili tramonti e corone di fiori profumati, Brian incontrerà anche una sua ex, Tracy (Rachel McAdams), ed al tempo stesso si innamorerà di Allison, un’affascinante pilota dell’Air Force (Emma Stone), che ha il compito di tenerlo d’occhio!

Continua la lettura di Bradley Cooper ed Emma Stone in “Aloha”: il trailer