Archivi tag: claudio amendola

Il Permesso – 48 ore fuori: recensione

Dal 30 marzo arriva nel nostre sale il film drammatico – noir “Il Permesso – 48 ore fuori” di e con Claudio Amendola.

il permesso0

Il noto attore romano Claudio Amendola ritorna dietro la macchina da presa, dopo “La mossa del pinguino”, con un nuovo film drammatico – noir “Il Permesso – 48 ore fuori”, dal 30 marzo nelle nostre sale.

La storia si ambienta a Roma: quattro personaggi, diversi per età e condizione sociale, ottengono un permesso di 48 ore dal carcere di Civitavecchia. C’è Donato (Luca Argentero) che cerca sua moglie, vittima di un brutto giro di prostituzione, per la quale tornerà ai combattimenti illegali; poi c’è Luigi (Claudio Amendola), un famoso criminale che ritroverà la sua famiglia e suo figlio implicato nella micro-criminalità; Angelo (Giacomo Ferrara), un giovane di periferia, che riscopre i suoi vecchi amici e complici, e Rossana (Valentina Bellè), una ragazza ricca e viziata che cerca di colmare il suo vuoto interiore con la ribellione ed il lusso.

Il racconto così si concentra su quattro personaggi, che nonostante le loro diversità, cercano un riscatto: l’ex-pugile tenta di ritrovare la sua unica fonte di felicità; l’anziano criminale si sacrifica per salvare la sua famiglia; i due giovani dovranno individuare la loro nuova strada ed il loro posto nel mondo. Il percorso di crescita dei personaggi è doloroso ed in alcuni casi mortale.

Amendola con questo film si concentra su tematiche a lui care come la criminalità e l’analisi sociale. Attenta è la ricostruzione psicologica dei suoi protagonisti, come degli ambienti. Una profonda tristezza scorre lungo l’opera che scade nell’eccessivo buonismo in un finale non necessario. Infatti tutti i personaggi si salvano e si redimono loro malgrado, ma se in alcuni casi c’è una ventata di ottimismo con l’inno alla vita ed al futuro, in altri c’è solo sofferenza e sterile vendetta.

Ad un buon ritmo corrisponde una regia lineare ed un percorso narrativo lucido ed attento.

I personaggi sono tutti ben caratterizzati e gli stessi interpreti offrono una buona performance.

Il Permesso – 48 ore fuori” è un film noir che riflette sulla criminalità che dilaga nelle nostre città con uno sguardo attento e preciso.

Voto: 8

Il permesso – 48 ore fuori (Noir, Italia, 2017) di Claudio Amendola. Con Luca Argentero, Claudio Amendola, Giacomo Ferrara, Valentina Bellè, Antonino Iuorio – in uscita nelle nostre sale da giovedì 30 marzo 2017.


FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

Noi e la Giulia: recensione

Luca Argentero, Claudio Amendola ed Anna Foglietta sono i protagonisti della commedia divertente “Noi e la Giulia” di Edoardo Leo.

noi e la giulia

Noi e la Giulia”, terzo lungometraggio per il regista e sceneggiatore Edoardo Leo, arriverà al cinema dal 19 febbraio.

Ispirata al romanzo “Giulia 1300 e altri miracoli” di Fabio Bartolomei, la commedia vede protagonisti Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Stefano Fresi e Carlo Buccirosso.

Quattro falliti e delusi dalla vita, senza conoscersi, decidono di dare una svolta alla loro quotidianità acquistando un podere in campagna ed avviare un agriturismo. Se l’invettiva e la buona volontà non sembrano mancare, presto i quattro falliti dovranno fare i conti con le difficoltà del territorio e con la camorra. Così il variegato gruppo si troverà suo malgrado a reagire ed a combattere, in modo tragicomico e rocambolesco, per realizzare il loro sogno comune.

Il regista Leo (“Diciotto anni dopo” e “Buongiorno papà”) con questo film fotografa, seppur con toni ironici, una generazione di quarantenni allo sbando, senza sogni nè ideali, ignoranti e soprattutto senza carattere. L’assenza del lavoro o la costrizione a fare un lavoro che non soddisfi le proprie aspirazioni è solo uno specchietto per le allodole, in quanto i protagonisti risultano sconfitti senza aver mai combattuto! La corruzione o la stessa camorra sono solo un ingrediente umoristico per celare una fotografia molto amara di un’Italia di oggi senza alcuna speranza di rinascita.

Continua la lettura di Noi e la Giulia: recensione

Claudio Amendola: Il sorriso li seppelirà

Il noto attore Claudio Amendola ritorna al cinema protagonista di “Noi e la Giulia”, commedia diretta e scritta da Edoardo Leo.

Nel film Amendola interpreta Sergio, un nostalgico comunista che invoca la resistenza ad oltranza. In occasione della presentazione del film alla stampa, Amendola ha risposto ad alcune domande sul suo personaggio.

Amendola, Le assomiglia il personaggio che interpreta?

Amendola:

“Come ho letto il libro di Bartolomei da cui il film è tratto, mi sono riconosciuto in Sergio. Ne conosco il dramma interiore, la rabbia repressa. È simile a me, ai mie amici ed alle persone che incontro con cui basta scambiarsi un’occhiata per capirne l’amarezza, il sogno svanito e rattrappito. Ma mi sono divertito a rendere comico Sergio. I personaggi affrontano disgrazie e fallimenti con il sorriso sulle labbra e questo fa la differenza. È uno stile di vita, un modo di essere: affrontare anche le cose peggiori con un sorriso. L’unico modo per andare avanti oggi è non perdere il sorriso”.

Continua la lettura di Claudio Amendola: Il sorriso li seppelirà