Archivi categoria: Fantasy

Kate Winslet nel cast di Avatar 2

Il cast di “Avatar 2” si arricchisce con la la nota attrice Kate Winslet. La release del film è stata programmata per il 2020.

L’attrice Kate Winslet ed il famoso regista James Cameron ritornano insieme sul set non per “Titanic” ma per il sequel di “Avatar”.

La nota attrice, infatti, è entrata a far parte ufficialmente del cast di “Avatar 2” nel ruolo di Ronal.

Il regista Cameron ha dichiarato:

“Kate ed io cerchiamo di fare qualcosa insieme da vent’anni, fin dalla nostra collaborazione in “Titanic”, sicuramente una delle più appaganti della mia carriera. Non vedo l’ora di di vederla portare Ronal in vita.”

“Avatar” avrà ben quattro sequel che saranno diretti da James Cameron, e vedranno il ritorno nel cast di Sam Worthington, Zoe Saldana, Stephen Lang, Sigourney Weaver e Joel David Moore. Tra le new entry figura Cliff Curtis (“Fear the Walking Dead”) nel ruolo di Tonowari, leader del clan Metkayina.

I sequel usciranno rispettivamente nel 2020, 2021, 2024 e 2025.

Non sono stati divulgati altri dettagli sulle produzioni ne sulla possibilità della partecipazione della Winslet agli altri sequel.

FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

The War – Il pianeta delle scimmie: tutte le curiosità

Tante sono le curiosità che riguardano l’ultimo ed attesissimo capitolo della trilogia de “Il Pianeta delle scimmie”, dal 13 luglio nelle nostre sale.

L’ultimo capitolo della trilogia de “Il Pianeta delle scimmie” arriva nelle nostre sale dal 13 luglio: “The War – Il pianeta delle scimmie” diretto da Matt Reeves.

Molte sono le curiosità che riguardano il film:

  • Andy Serkis (Cesare), Terry Notary (Rocket) e Karin Konoval (Maurice) sono gli unici attori presenti in tutte e tre i capitoli della saga.
  • Per Matt Reeves questo capitolo rappresenta un ritorno alla regia, dopo aver diretto “Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie” (2014).
  • La saga è sicuramente tra le più longeve: basata sul romanzo “Il pianeta delle scimmie” di Pierre Boulle (del 1963), la saga ha debuttato al cinema nel 1967 con l’omonimo film. Nel 1970 c’è stato “L’altra faccia del pianeta delle scimmie”, seguito poi da “Fuga dal pianeta delle scimmie” (1971), “1999 – Conquista della Terra” (1972), ed “Anno 2670 – Ultimo atto” (1973). Nel 2001 il noto regista Tim Burton ha realizzato il remake “Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie”, mentre nel 2011 è arrivato il reboot della saga con “L’alba del pianeta delle scimmie” (2011), “Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie” (2014) e il nuovo “The War – Il Pianeta delle Scimmie” (2017).
  • Molti sono i rimandi e gli omaggi cinematografici alla trilogia originaria:
  • Lo slogan dei soldati umani recita “L’unica scimmia buona è la scimmia morta” che riprende la citazione del gorilla General Ursus in “L’altra faccia del pianeta delle scimmie” (1970).
  • Un’altro rimando riguarda la bambina muta chiamata Nova (Amiah Miller), come il personaggio interpretato da Linda Harrison nel primo e secondo capitolo del franchise originario.
  • La trilogia rispecchia il percorso evolutivo di Cesare: nel primo capitolo, “L’alba del pianeta delle scimmie” (2011), riusciva a dire solo alcune parole come “No!”; in “Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie” (2014), il suo vocabolario si era arricchito ma risultava ancora carente anche di intonazione. Nell’ultimo capitolo “The War – Il Pianeta delle Scimmie” parla con proprietà di lessico come un vero umano!
  • Riguardo al futuro della saga, l’attore Andy Serkis ha recentemente dichiarato in un’intervista ad MTV: “Potrebbero esserci altri tre film, forse quattro o cinque. Chi può dirlo? Sicuramente il viaggio continuerà”. Lo scorso ottobre, infatti, è stato annunciato che presto inizieranno le lavorazioni per il quarto capitolo della saga.

Transformers – L’ultimo cavaliere: recensione

Dal 22 giugno arriva nelle nostre sale l’ultimo capitolo del famoso franchise robotico “Transformers – L’ultimo cavaliere” diretto da Michael Bay.

Michael Bay ritorna a dirigere il nuovo capitolo della famosa saga robotica action – sci fi di “Transformers”, “Transformers – L’ultimo cavaliere”, dal 22 giugno al cinema.

Dopo aver riscosso il successo al botteghino internazionale, il quinto capitolo del noto franchise inaugura una nuova trilogia.

Questo nuovo capitolo si caratterizza per spettacolarità di effetti speciali ma anche per una sceneggiatura ironica che rasenta il ridicolo.

L’incipit vede i Transformers combattere al fianco di Re Artù e Merlino, nel V° secolo. La storia dell’uomo si caratterizza nei secoli per la presenza più o meno celata dei robottini Hasbro.

Oggi gli umani ed i Transformers sono in guerra. Optimus Prime è scomparso. Una nuova minaccia aliena grava sulla Terra: dal passato emerge la chiave per salvare il Pianeta. Solo Cade Yeager (Mark Wahlberg), ricercato dal Governo perché protettore dei Transformers, Bumblebee, un lord inglese (Sir Anthony Hopkins) ed una professoressa di Oxford (Laura Haddock) potranno decodificare la chiave e salvare il mondo.

In questo quinto capitolo c’è un po’ di tutto: da “King Arthur” ad “Armageddon”, passando per “Star Wars”. Perché “Transformers – l’ultimo cavaliere” è un Blockbuster a tutti gli effetti e con tutti gli ingredienti giusti: diverte, affascina, ammalia con i suoi effetti speciali ed il suo ritmo sempre crescente.

La sceneggiatura rasenta il ridicolo, i personaggi risultano appena tratteggiati, ma poco importa per il fine spettacolare che la pellicola si è prefissata!

Il cast si arricchisce di Anthony Hopkins, sempre apprezzato attore, e dell’affascinante Laura Haddock.

Bay ritorna così a dare una nuova linfa vitale ad un franchise che negli ultimi capitoli sembrava essere arrivato al capolinea.

Trasformers – l’ultimo cavaliere” è un blockbuster che sicuramente incontrerà i gusti dei più giovani e dei fan dei robot della Hasbro.

Voto: 7

Transformers – L’ultimo cavaliere (2017, action, sci-fi, Usa) di Michael Bay; con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock, John Turturro, Stanley Tucci, Josh Duhamel, Isabela Moner, Tyrese Gibson, Jean Dujardin, Peter Cullen, Kevin Kent, Jerrod Carmichael, Allen Phoenix, John Goodman, Santiago Cabrera, Gil Birmingham, Ken Watanabe, Frank Welker – in uscita nelle nostre sale da giovedì 22 giugno 2017.


King Arthur – il potere della spada: recensione

Charlie Hunnam e Jude Law sono i protagonisti del fantasy-action “King Arthur – il potere della spada” di Guy Ritche, dal 10 maggio al cinema.

king0

Dal 10 maggio arriva nelle nostre sale l’attesissimo kolossal “King Arthur – Il potere della spada” diretto dal noto regista britannico Guy Ritche.

Il valoroso ed amato re d’Inghilterra, Uther Pendragon, viene assassinato dal perfido fratello Vortigern (Jude Law). Il figlio del re, Artù (Charlie Hunnam) viene messo in salvo e crescerà, senza sapere chi sia realmente, in un bordello, tra prostitute e criminali, imparando a sopravvivere ai pericoli della strada.
Il perfido zio, però, è alla ricerca del giovane, perché senza di lui non può estrarre la spada conficcata nella roccia, la mitica Excalibur, ed acquisire il potere che ne deriva.
Per caso Artù scoprirà di essere lui l’erede al trono e, nolente o volente, dovrà salvare il regno dalle perfide grinze dell’odioso zio.

Molte versioni cinematografiche sul mito di Re Artù hanno arricchito il grande schermo negli anni: quelle dai toni più romantici a quelle più avventurose. Lo stesso Artù è stato interpretato da noti ed amati volti del grande schermo, come Boris Karloff, Sean Connery, Malcolm McDowell, Martin Sheen e Clive Owen.

Il regista Guy Ritche riesce a confezionare un kolossal diverso dai precedenti, preferendo il lato più fantasy ed action alla storia originaria. Infatti lo stesso protagonista, Charlie Hunnam, è un’esplosione di muscoli ed arroganza, simpatia e tracotanza. Così la storia epica di Re Artù diventa realistica e vicina ai nostri giorni: un giovane si ritrova a dover fronteggiare una pesante eredità, e nonostante sia un piccolo criminale, deve diventare, contro la sua volontà, un eroe positivo! Per far questo il regista si avvale di ottimi effetti speciali, un montaggio frenetico, il ritmo incalzante, una scenografia dettagliata ed una sceneggiatura ben articolata.

A metà strada tra l’action ed il puro fantasy, il regista arricchisce la pellicola con scene di battaglie da videogames e paesaggi da “Il Signore degli Anelli”.

Ottime sono anche le interpretazioni: dal sempre apprezzato Jude Law al super muscoloso Charlie Hunnam (“Pacific Rim”).
Apprezzabile anche il cameo di David Beckham.

King Arthur – il potere della spada” è una rivisitazione in chiave action – fantasy della nota storia di re Artù: un kolossal ricco di effetti speciali e sicuramente molto divertente.

Voto: 8

King Arthur – il potere della spada (Usa, 2017, Fantasy) di Guy Ritchie; con Charlie Hunnam, Jude Law, Katie McGrath, Annabelle Wallis, Eric Bana, Aidan Gillen, Djimon Hounsou, Astrid Berges-Frisbey, Hermione Corfield, Mikael Persbrandt, David Beckham, Georgina Campbell, Freddie Fox, Poppy Delevingne – in uscita nelle nostre sale da mercoledì 10 maggio 2017.


Underworld Blood Wars: recensione

La sexy vampira Selene ritorna sul grande schermo per il quinto episodio di “Under world Blood Wars”, dal 6 aprile nelle nostre sale.

under1

Dal 6 aprile arriva nelle nostre sale “Underworld Blood Wars”, quinto capitolo della nota saga di “Underworld”, diretto dall’esordiente Anna Foerster.

La vampira Selene (Kate Beckinsale) vuole proteggere sua figlia Eve, ibrido tra la sua specie ed i Lycan, nella guerra tra le due razze. Dopo averle promesso che non l’avrebbe cercata per nessuna ragione, e dopo aver ottenuto la clemenza, i vampiri della Congrega dell’Est le chiedono di addestrare i giovani Venditori di Morte per affrontare Marius, nuovo formidabile leader dei Lycan.

Scontri e combattimenti tra licantropi e vampiri, ma anche gelosie e faide familiari, tradimenti ed innamoramenti per la conquista del potere sono i soliti ingredienti degli action fantasy movie.

Una saga al suo quinto episodio, stanca e logora, con un budget minimo cerca il “passaggio di testimone” per trovare una nuova linfa che tarda ad arrivare.

In realtà, a differenza dei precedenti capitoli, la sceneggiatura risulta zoppicante e gli effetti speciali ridotti all’essenziale. Il ritmo è altalenante e più che un prodotto cinematografico sembra una puntata di una serie tv! Infatti al di là dei sanguinosi combattimenti e delle magnifiche trasformazioni, la pellicola si caratterizza per lunghe pause di dialoghi e voci narranti tra le lussuose stanze del castello, che vista anche la partecipazione di attori come Charles Dance e Tobias Menzies, non può che rimandare alla nota serie tv “Games of Thrones”.

Underworld Blood Wars” è un nuovo capitolo della famosa saga che da ben quattordici anni allieta i suoi fan ma che poco aggiunge ai precedenti episodi in termini di spettacolarità o azione.

Voto: 6

Underworld – Blood Wars (Fantasy, USA, 2016) di Anna Foerster. Con Theo James, Kate Beckinsale, Bradley James, Lara Pulver, Daisy Head, Clementine Nicholson, Tobias Menzies, Charles Dance, Alicia Vela-Bailey, James Faulkner, Trent Garrett, Oliver Stark, Peter Andersson Brian Caspe. – in uscita nelle nostre sale da giovedì 6 aprile 2017.

La Bella e la Bestia: recensione

Dal 16 marzo arriva l’attesissimo remake in live-action del film Disney “La Bella e la Bestia” con Emma Watson.

belle0

Vincitore di due Oscar e ben tre Golden Globe il film Disney del 1991 “La Bella e la Bestia” ha fatto sognare e cantare molte generazioni. Dal 16 marzo arriva sul grande schermo il remake in live action diretto da Bill Condon, apprezzato regista di “Dreamgirls” e “Twilight: Breaking Dawn”.

“La Bella e la Bestia” ricalca fedelmente il film originario del 1991: stessi i personaggi, uguali gli abiti, le situazioni, gli oggetti animati, le canzoni.

Bellissimi gli effetti speciali e le attente ricostruzioni ricreano la magia e la fiaba della originaria favola Disney.

La stessa trama è identica: il regista Condon aggiunge semplicemente qualche divagazione ed accenno alle origini dei protagonisti per regalare maggior spessore psicologico.

La stessa sontuosità, i toni fiabeschi e tanto ritmo caratterizzano questa versione live-action che vanta anche un cast d’eccezione: dalla sempre brava Emma Watson, ex maghetta di Harry Potter, al perfido e buffo Gaston interpretato da Luke Evans, da Kevin Kline nei panni dell’inventore Maurice ai vari personaggi animati – rinati come Ewan McGregor, Stanley Tucci, Audra McDonald, Gugu Mbatha Raw, Ian McKellen ed Emma Thompson.

La Bella e la Bestia” di Condon però, nonostante sia una copia carbone dell’originale Disney, pecca sotto molti aspetti. Innanzitutto le canzoni classiche, che in molti ricordano a memoria, sono state allungate e stravolte nei testi per permettere non solo un sincrono labiale con gli interpreti ma anche per rispettare i tempi del live action. Il risultato è disastroso: rime ridicole, testi che annaspano.

La stessa Bestia è troppo bella per poter intimorire: nel film d’animazione alcune scene risultavano molto dark – gotiche. La Bestia, e lo stesso castello, dovevano impaurire, poiché rappresentavano il male, la condanna all’infelicità eterna. In questa pellicola invece il castello appare in tutto il suo splendore, e la stessa Bestia, fina dai primi fotogrammi, ispira gentilezza e dolcezza!

La situazione è peggiorata dal doppiaggio: terribile e spiazzante risulta Andrea Mete, voce della Bestia, disastrosa Vittoria Puccini, quale voce narrante che introduce la storia.

Il film è stato anche avvolto da alcune polemiche riguardo il personaggio di LeFou, interpretato da Josh Gad. A causa della sua marcata omosessualità, il film sarà vietato in Russia e Stati Uniti ai minori di 16 anni ed è stato accusato di fare “propaganda gay”.

In realtà, al di là delle polemiche, non si comprende per quale motivo un film Disney dedicato ai più piccoli debba essere stravolto con testi ridicoli e nuove caratterizzazioni dei personaggi!

“La Bella e la Bestia” è un film visivamente apprezzabile, che però manca della genuina e briosa magia che appartiene all’originale del 1991.

Voto: 6,5

La Bella e la Bestia (Usa, live-action, 2017) di Bill Condon; con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Josh Gad, Ewan McGregor, Stanley Tucci, Audra McDonald, Gugu Mbatha Raw, Ian McKellen, Emma Thompson, Sonoya Mizuno – in uscita nelle nostre sale da giovedì 16 marzo 2017.


La Bella e la Bestia: Censurato!

Criticato e censurato “La Bella e la Bestia” di Bill Condon, remake del film Disney del 1991, nelle nostre sale dal 16 marzo.

belle4

L’attesissimo film Disney “La Bella e la Bestia”, remake in live action dell’omonimo film d’animazione del 1991, arriverà nelle nostre sale il 16 marzo.

La pellicola, diretta da Bill Condon, è stata accolta a livello internazionale da plausi e da molte critiche.

Infatti sia negli Stati Uniti che in Russia “La Bella e la Bestia” è stata ferocemente criticata per la sua “propaganda gay”! Per questo motivo la pellicola sarà vietata ai minori di 16 anni.

Un tale divieto per un film Disney, il cui target è sempre un pubblico giovane, è sicuramente scandaloso e deleterio!

La scelta da parte dei governi americani e russi è stata dettata dalla caratterizzazione del personaggio di LeFou, interpretato da Josh Gad, valletto di Gaston. LeFou in questa nuova pellicola è apertamente omosessuale.

Il regista Bill Condon ha cercato di giustificarsi dichiarando che tale personaggio è solo accennato. Così il regista ha affermato recentemente in un’intervista a ScreenCrush:

“È stato tutto così esagerato. Perché non è nulla di che, è solo parte di qualcosa che ci siamo divertiti a realizzare. Hai visto il film? Capisci cosa intendo. Ma per quale motivo è un grosso problema?”.

Lo stesso interprete Josh Gad ha cercato di spegnere i toni accessi della polemica dichiarando:

“Il “momento gay” [di Le Tont] è molto sottile ma è terribilmente efficace. Tutto quello che c’era da dire su questa faccenda direi che è stato detto. Là fuori c’è molta paura di ciò che non capiamo e di ciò che non sappiamo”.

Diretto da Bill Condon, “La Bella e la Bestia” vede nel cast Emma Watson nei panni di Belle, Dan Stevens in la Bestia, Luke Evans per Gaston, Emma Thompson è Mrs. Bric, Ewan McGregor è Lumiere, mentre Josh Gad è Le Tont.

Il film arriverà nei cinema italiani il 16 marzo 2017.

Kong – Skull Island: recensione

Dal 9 marzo ritorna sul grande schermo King Kong per una nuova ed adrenalina avventura “Kong: Skull Island”.

kong0

Dai produttori di “Godzilla” arriva sul grande schermo dal 9 marzo l’atteso monster movie “Kong: Skull Island” diretto da Jordan Vogt-Roberts.
King Kong è tornato in un reboot ambientato negli anni ’70, alla fine della guerra del Vietnam.

Monarch, un ente segreto para-governativo, organizza una spedizione alla ricerca di un’isola sconosciuta trovata grazie a nuove foto satellitari. La delegazione si compone di alcuni elementi dell’ente, capitanati da Bill Randa (John Goodman), un ex-capitano della SAS britannica (Tom Hiddlestone), una fotogiornalista (Brie Larson) ed un tenente colonnello dell’esercito americano (Samuel L. Jackson) insieme alla sua squadra di soldati. Arrivati sull’isola però si scontrano subito con l’ira di King Kong. L’eterogenea e variopinta delegazione avrà solo pochi giorni per arrivare al nord dell’isola dove saranno salvati dai soccorritori. Ben presto l’isola si rivelerà diversa dalle aspettative: Kong è il re “buono”, mentre nella vegetazione si nascondono mostri ed orribili creature assetate di sangue.

Kong: Skull Island” è un film d’avventura che vanta un’ottima grafica ed un buon ritmo.

Ad una buona regia però corrisponde una sceneggiatura lacunosa: tutto è incentrato sull’isola e su Kong. I personaggi sono appena accennati, i dialoghi sono limitati al massimo, mentre ampio spazio viene dedicato ai mostri che popolano la fitta e ricca vegetazione dell’isola. Lo stesso Kong è un mostro molto e forse troppo “umanizzato”!

Molti sono anche i rimandi e gli omaggi cinematografici: da “Platoon” a “Jurassic Park”.

“Kong: Skull Island” è così un blockbuster ricco di colpi di scena, azione e tanto buonismo. Sicuramente il messaggio ecologista è molto presente: l’isola ha un suo equilibrio armonioso di flora e fauna. Nel momento in cui l’uomo lo vuole deturpare e vuole distruggere l’equilibrio, la natura si ribella.

Dopo i titoli di coda c’è una scena aggiuntiva che anticipa quello che accadrà nei prossimi capitoli.

“Kong: Skull Island” è un monster movie esteticamente accattivante che allieterà sicuramente il pubblico giovanile.

Voto: 6

Kong: Skull Island (USA, 2017) di Jordan Vogt-Roberts. Con Tom Hiddleston, Samuel L. Jackson, John Goodman, Brie Larson, Tian Jing, John Ortiz, Terry Notary, John C. Reilly, Corey Hawkins, Toby Kebbell, Thomas Mann, Jason Mitchell, Shea Whigham e Will Brittain – in uscita nelle nelle nostre sale da giovedì 9 marzo 2017.

I film più attesi del 2017

Molti sono i film attesi nel 2017: tra sequel famosi, remake e tante novità.

film20170

L’anno nuovo promette tantissime nuove uscite che faranno sbancare sicuramente i botteghini nazionali e quelli d’oltreoceano.

Molti film hanno già raccolto plausi e premi a livello internazionale come l’attesissimo “La La Land”, in Italia dal 26 gennaio, il musical diretto da Damien Chazelle (“Whiplash”) con protagonisti Ryan Gosling ed Emma Stone.

Molti sono anche i sequel attesi come “T2: Trainspotting”, nelle nostre sale da marzo, di Danny Boyle.

Nessuna lista può essere esaustiva perché tante sono le pellicole in uscita in un anno e molte le aspettative.

I dieci film più attesi del 2017 sono:

<!—more–>

  1. Silence” il nuovo film di Martin Scorsese, in uscita nelle nostre sale dal 12 gennaio. Ispirato al libro di Shusaku Endo, il film si ambienta nel diciassettesimo secolo e racconta la storia della persecuzione di due preti gesuiti portoghesi, andati in Giappone per cercare un altro prete. Del cast fanno parte Liam Neeson, Andrew Garfield e Adam Driver.
  2.  “La La Land”, film musical diretto da Damien Chazelle (“Whiplash”), con protagonisti Ryan Gosling e Emma Stone. In uscita nelle nostre sale dal 26 gennaio, la pellicola ha vinto tantissimi premi ai Golden Globe ed ha raccolto molti plausi da parte della critica e del pubblico nei principali festival cinematografici. La pellicola si ambienta a Los Angeles e racconta la storia di un pianista jazz e di un’aspirante attrice. È uno dei film che potrebbe vincere anche molti Oscar!
  3.  “Jackie”, l’ultimo film del giovane cineasta cileno Pablo Larraín, in uscita nelle nostre sale da febbraio. Natalie Portman interpreta Jackie Kennedy. Il film racconta i quattro giorni di Jackie dopo l’uccisione del marito, il presidente degli Stati Uniti, nel 1963. Secondo molti critici cinematografici, c’è profumo di Oscar per la Miglior attrice protagonista.
  4. Cinquanta Sfumature di Nero”, secondo capitolo della omonima serie letteraria erotica-sadomaso di “Cinquanta sfumature”, arriverà nelle nostre sale da febbraio. Jamie Dornan e Dakota Johnson tornano nei ruoli di Christian Grey e Anastasia Steele per la regia di James Foley.
  5.  “T2: Trainspotting”, sequel del famoso film di Danny Boyle del 1996, tratto dall’omonimo libro di Irvine Welsh, arriverà nelle nostre sale a marzo. Nuovamente diretto da Boyle, il film è liberamente ispirato a “Porno”, il sequel del primo romanzo di Irvine Welsh. Il nuovo film è ambientato circa 20 anni dopo i fatti raccontati in “Trainspotting” e riprende la storia dei personaggi principali: Mark Renton (Ewan McGregor), Spud (Ewen Bremner), Sick Boy (Jonny Lee Miller) e Francis Begbie (Robert Carlyle).
  6.  “La bella e la bestia”, remake Disney in live action dell’omonimo film di animazione del 1991, arriverà nelle nostre sale a marzo. Ispirato alla fiaba di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, il film vede protagonista Emma Watson.
  7.  “Fast & Furious 8”,  l’ottavo film della fortunata serie di “Fast & Furious”, nelle nostre sale da aprile. Il regista è F. Gary Gray, quello di “Straight Outta Compton”, ed i protagonisti sono Vin Diesel e Dwayne Johnson (The Rock), Nel cast ci sono anche Michelle Rodriguez, Kurt Russell, Jason Statham e Charlize Theron.
  8.  “Guardiani della Galassia: Vol. 2”, sequel di uno dei film Marvel più popolari ed apprezzati, in uscita nelle nostre sale da aprile. Nel cast ci sono Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper e Kurt Russell.
  9. It”, l’horror ispirato all’omonimo romanzo di Stephen King arriverà in Italia da settembre. Diretto da Andres Muschietti, il film vede protagonista Finn Wolfhard (Mike di “Stranger Things”).
  10. Blade Runner 2049”, sequel del famosissimo film di fantascienza del 1982, diretto da Ridley Scott, arriverà in Italia ad ottobre. Il film sarà diretto da Denis Villeneuve (“Arrival”) ed i protagonisti saranno Harrison Ford e Ryan Gosling.

Rogue One: A Star Wars Story

Dal 15 dicembre arriva nelle sale l’attesissimo nuovo episodio della saga di Star Wars, “Rogue One: A Star Wars Story”, diretto da Gareth Edwards.

rog0

Il primo spin-off di Guerre Stellari, “Rogue One: A Star Wars Story”, arriva nelle nostre sale dal 15 dicembre.

Prequel dell’Episodio IV della saga, il film è diretto da Gareth Edwards, noto regista di “Godzilla” e “Monsters”.

Galen Erso (Mads Mikkelsen) è un ingegnere costretto a lavorare per l’Impero, che gli ha commissionato di progettare la “Morte Nera”, arma definitiva per eliminare i ribelli. La figlia di Galen, Jyn (Felicity Jones), viene così affidata alle cure dell’amico Saw Gerrera (Forest Whitaker), capo dei rivoltosi più estremisti. Quando l’Alleanza scoprirà i nuovi piani nefasti dell’Impero affiderà a Cassian Andor (Diego Luna) ed a Jyn l’impresa impossibile di sabotare la letale arma.

Tanta azione e ricercatezza nelle atmosfere per questo nuovo episodio di una delle saghe di fantascienza più amate e seguite degli ultimi 30 anni. Il regista Edwards deve confezionare un anello di congiunzione con l’episodio IV: l’operazione può sembrare non facile ma allo stesso tempo permette piena libertà di azione e di spazio.

A parte la roboante macchina scenografica, la pellicola manca di magia e fascino. La sceneggiatura è singhiozzante, i dialoghi spesso blandi e ridondanti, il cast poco incisivo. Gli stessi protagonisti Felicity Jones e Diego Luna non riescono a creare alcuna empatia né tra loro né con lo spettatore.

Manca anche quel tocco di mistero che ha sempre caratterizzato la saga: Edwards racconta tutto, non lascia alcuna domanda aperta ne alcuno spiraglio per l’immaginazione personale o per sognare.

Rogue One: A Star Wars Story” è un nuovo capitolo che non manca di omaggiare la saga, ma che allo stesso tempo vive di una vita propria, autonomamente con tutti i suoi pregi e difetti.

Voto: 6

Rogue One: A Star Wars Story (USA, 2016) di Gareth Edwards. Con Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Mads Mikkelsen, Riz Ahmed, Forest Whitaker, Donnie Yen, Jiang Wen, Alan Tudyk, Jonathan Aris, James Earl Jones, Genevieve O’Reilly, Warwick Davis e Valene Kane – in uscita nelle nostre sale da giovedì 15 dicembre 2016.