È solo la fine del mondo: emozionante Dolan

“È solo la fine del mondo”: il film più maturo e diverso di Xavier Dolan arriva finalmente anche nelle nostre sale.

dol0

L’enfant prodige canadese, Xavier Dolan, acclamato a livello internazionale e premiato al Festival di Cannes, ritorna al cinema con un nuovo e straziante film drammatico “È solo la fine del mondo”.

Adattamento cinematografico dell’omonima pièce teatrale di Jean-Luc Lagarce, il film vanta un cast d’eccezione: Marion Cotillard, Léa Seydoux, Vincent Cassel, Nathalie Baye, Gaspard Ulliel.

Louis (Gaspard Ulliel) è uno scrittore e sceneggiatore affermato, che dopo un’assenza lunga dodici anni, ha deciso di tornare a casa per comunicare una tragica notizia. A casa lo aspettano l’eccentrica madre (Nathalie Baye), la giovane ed insicura sorella Suzanne (Léa Seydoux), il fratello maggiore Antoine (Vincent Cassell) e la moglie di quest’ultimo, Catherine (Mario Cotillard). Nonostante siano passati molti anni, Luois si ritroverà suo malgrado a dover affrontare vecchie dinamiche di rancori mai sopiti, grida di abbandono e celati amori.

Protagonista assoluto è l’amore, spezzato, rubato, ferito, deluso verso la propria madre, il fratello, la sorella. È un amore infinito e combattuto che supera i confini terreni e che vuole solo urlare la propria esistenza.

Il noto regista di “Mommy” sceglie con questo film di raccontare una storia molto complessa e difficile fatta di sguardi e silenzi più che di parole. È un esperimento molto difficile che richiederebbe altissima maestria della macchina da presa e matura consapevolezza della sceneggiatura: il giovanissimo Dolan riesce ancora una volta sorprendere confezionando un piccolo gioiello cinematografico, profondo ed emozionante.

Il film è scandito dai primissimi piani degli attori, dialoghi serrati con frasi spezzate o ripetute, flashback poetici e potenti momenti musicali. La tensione estetica resta altissima ed il virtuosismo linguistico risulta essere stupefacente.

Ottime sono le interpretazioni dei protagonisti grazie anche ad una regia attenta e sempre incredibilmente perfetta.

“È solo la fine del mondo” è un vero e proprio gioiello cinematografico ed il giovane regista canadese Xavier Dolan si conferma essere un sensibile e stupefacente interprete della Settima Arte.

Voto: 10

E’ solo la fine del mondo (Juste la fin du monde, drammatico, Canada/Francia, 2016) di Xavier Dolan. Con Marion Cotillard, Léa Seydoux, Vincent Cassel, Nathalie Baye, Gaspard Ulliel ed Arthur Couillard – in uscita nelle nostre sale da mercoledì 7 dicembre 2016.

FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi

La festa prima delle feste: recensione

Jennifer Aniston e Jason Bateman sono i protagonisti della nuova scatenata commedia natalizia “La festa prima delle feste”, dal 7 dicembre nel nostre sale.

festa0

Dal 7 dicembre arriva nelle nostre sale l’irriverente commedia natalizia “La festa prima delle feste” con Jennifer Aniston, Jason Bateman e TJ Miller.

Diretto da Josh Gordon e Will Speck, che hanno già diretto Jennifer Aniston e Jason Bateman in “Due cuori e una provetta”, il film si basa sulla storia di Jon Lucas e Scott Moore, noti sceneggiatori di “Una notte da leoni”.

Lo spietato amministratore delegato (Jennifer Aniston) di una grande azienda decide di voler chiudere la filiale capeggiata dal fratello scapestrato. Così il direttore della filiale insieme ai suoi collaboratori decidono di organizzare un selvaggio party natalizio aziendale per impressionare un potenziale cliente e chiudere una vendita che salverà il posto di lavoro a tutti.

“La festa prima delle feste” è la classica commedia natalizia americana che assicura tanto divertimento e confusione.

Molte sono le gag divertenti e spassose grazie anche ad un cast di volti noti ed amati dal grande pubblico, da Jason Bateman a Jennifer Aniston.

Feste esagerate, tanto alcool e sesso: questo sembra essere il mix perfetto e prediletto dai cinepanettoni nazionali e d’oltreoceano! Infatti ad un buon ritmo e gag spassose corrispondono alcuni sketch estremamente volgari e scurrili, che risultano essere superflui e non necessari per lo svolgimento narrativo. C’è così l’impiegata repressa e petomane, il cannone spara cocaina che colpisce l’inconsapevole ospite d’onore, vari ed espliciti riferimenti sessuali ed accoppiamenti insoliti.

Ad eccezione di tali gag, degne proprio degli sceneggiatori di “Una notte da leoni”, la commedia risulta essere semplicemente una storia leggera che vuole ridere e far ridere di se stessa.

Voto: 6

La festa prima delle feste (Commedia, USA, 2016) di Josh Gordon e Will Speck, con Kate McKinnon, Olivia Munn, Jennifer Aniston, Jamie Chung, Jason Bateman, T.J. Miller, Abbey Lee, Courtney B. Vance, Matt Walsh, Jillian Bell, Rob Corddry, Randall Park, Oliver Cooper – in uscita nelle nostre sale da mercoledì 7 dicembre 2016


Oceania: recensione

Tanta avventura e colori sgargianti per “Oceania”, il nuovo film d’animazione Disney in arrivo nelle nostre sale dal 22 dicembre.

moana0

Per la gioia dei più piccoli con le feste natalizie arriva “Oceania”, il nuovo film d’animazione targato Disney.

Ispirato a leggende e storie popolari delle isole del Pacifico, i registi Ron Clements e John Musker, storici registi Disney di “Basil l’investigatopo“, “La Sirenetta”, “Aladdin” e “La principessa e il ranocchio”, portano sul grande schermo una storia d’avventura piena di musica e colori sgargianti.

Il titolo originario del film è “Moana”, che in lingua maori significa “Oceano”, che solo per l’Italia è stato cambiato con “Oceania” per evitare antipatici malintesi con la famosa omonima pornostar italiana.

Vaiana è la figlia di un capo villaggio che fin da bambina sogna di navigare l’Oceano nonostante i divieti assoluti del padre. Un giorno però, per salvare il proprio popolo e la propria isola, la giovane dovrà intraprendere un avventuroso viaggio e sconfiggere epici mostri per risvegliare la mitologica figura della Madre Terra, che secoli prima è stata privata del proprio cuore. Durante il difficile viaggio Vaiana sarà accompagnata dal simpaticissimo Maui, un semi-Dio caduto in disgrazia.

Il film vanta tutti gli ingredienti tipici delle pellicole Disney: ci sono gag divertenti, musiche facilmente orecchiabili, altissima qualità d’animazione, un’eroina energica ed impavida. C’è il tema del rispetto dell’ambiente, l’importanza del ritrovare le proprie origini, la ricerca dei propri sogni, ma anche il valore della famiglia da cui però bisogna allontanarsi per la propria crescita personale.

Bellissimi sono anche gli effetti visivi: i colori sono sgargianti, le scenografie paradisiache e l’oceano stesso è cosi reale che ipnotizza lo spettatore!

Sicuramente Oceania rientra nell’ultima tendenza Disney dell’eroine senza romanticismo. Infatti non c’è alcun principe pronto a salvarla, come fu nel caso di Elsa di Frozen. Inoltre è un’eroina che poco rispecchia i canoni della bellezza classica: Vaiana è goffa, abbastanza tozza, non troppo alta. Non ha la dolcezza di Biancaneve, ne l’eleganza di Cenerentola o la simpatia di Rapunzel.

Il mondo dell’infanzia ha veramente bisogno di tutte queste eroine solitarie?

Secondo la Disney le bambine di oggi possono solo sognare di attraversare oceani e di sconfiggere mostri, ma non hanno diritto ad un po’ di romanticismo.

“Oceania” è un film d’animazione che vanta degli effetti meravigliosi e che sicuramente allieterà i più piccoli.

Voto: 7

Oceania (Moana, animazione, Disney, 2016) di John Musker, Ron Clements; con Dwayne Johnson, Alan Tudyk, Auli’i Cravalho, Phillipa Soo, Nicole Scherzinger, Jemaine Clement, Temuera Morrison, Rachel House – in uscita nelle nostre sale da giovedì 22 dicembre 2016.


Sully: recensione

Clint Eastwood ritorna sul grande schermo con “Sully”, il film sul “miracolo dell’Hudson” per parlare di eroismo e patriottismo.

sully0

Dal 1 dicembre arriva nelle nostre sale il nuovo film di Clint EastwoodSully” con protagonista Tom Hanks.

Ispirato a fatti realmente accaduti, il film racconta la storia del capitano Chesley Sullenberger, detto Sully, che Il 15 gennaio 2009 al comando di un aereo di linea decolla dall’aeroporto La Guardia di New York. Poco dopo si ritrova con entrambi i motori fuori uso a causa dell’impatto con uno stormo di uccelli: il pilota Sully decide di utilizzare il fiume Hudson come pista per un atterraggio di emergenza. La manovra riesce, tutti i 155 passeggeri ne escono illesi, ma la compagnia aerea lo indaga per negligenza.

Il film vanta una fedele ed attenta ricostruzione storica degli accadimenti di quei giorni grazie non solo alla collaborazione sul set del pilota in persona ma anche per le sue memorie, “Highest Duty: My Search for What Really Matters”, da cui ha tratto ispirazione lo sceneggiatore Todd Komarnicki (“Perfect Stranger”).

Ad una regia asciutta e lineare corrisponde una sceneggiatura concisa e ben articolata.

Ottime sono le interpretazioni dei protagonisti, da Tom Hanks ad Aaron Eckhart, molto bella la fotografia.

Il regista Eastwood riflette con questo film su temi sempre cari agli americani come l’eroismo ed il patriottismo. Infatti il vero eroismo non è da ricercare in gesti sporadici o nella ricerca di fama, bensì nel compiere semplicemente il proprio dovere con coscienza e sempre nel rispetto del prossimo. Il vero eroe diventa così la comunità, la nazione intera, che si unisce nei momenti di dolore o di gioia.

Il “Miracolo dell’Hudson”, come è stato definito, è l’emblema di una nazione che è capace di combattere sempre per le proprie idee, e riesce a rialzarsi più unita e forte di prima. Allo stesso tempo la critica verso una società capitalistica priva di valori che troppo spesso elegge eroi, che si rivelano essere solo falsi miti.

Eastwood all’alba dei suoi 86 anni firma così il suo trentacinquesimo film da regista, forse il più conciso ed asciutto della sua filmografia, confermandosi un vero “eroe” del cinema d’oltreoceano.

Voto: 9

Sully (USA, 2016, drammatico) di Clint Eastwood; con Tom Hanks, Aaron Eckhart, Anna Gunn, Laura Linney, Autumn Reeser – in uscita nelle sale da giovedì 1 dicembre 2016.


Silence: Andrew Garfield nel trailer del nuovo film di Martin Scorsese

È stato pubblicato il primo trailer di “Silence”, il nuovo film di Martin Scorsese con Andrew Garfield e Liam Neeson.
silence0

La Paramount Pictures ha pubblicato finalmente il primo trailer di “Silence“, l’attesissimo film di Martin Scorsese con protagonisti Andrew Garfield e Liam Neeson.

Il film, che arriverà nelle sale a gennaio 2017, s’ispira al romanzo dello scrittore giapponese Shūsaku Endō “Silenzio” del 1966.

La storia è ambientata nel 17° secolo e racconta le vicende di due sacerdoti gesuiti mandati in Giappone per indagare su delle presunte persecuzioni religiose.

I protagonisti sono Andrew Garfield, Liam Neeson, Adam Driver, Ciaran Hinds e Tadanobu Asano.

La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso regista Scorsese insieme a Jay Cocks, già suo collaboratore per “Gangs of New York” e “L’età dell’innocenza”.

Il film avrà la sua première in Vaticano il 1° dicembre alla presenza di centinaia di gesuiti ed altri prelati. La partecipazione di Papa Francesco è ancora in attesa di conferma, ma il regista non mancherà di incontrarlo durante la sua visita a Roma.


silence

La Stoffa dei Sogni: recensione

Dal 1 dicembre arriva nelle nostre sale “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu: una commedia degli equivoci da Shakespeare a De Filippo.

stoffa0

Sergio Rubini ed Ennio Fantastichini sono i protagonisti de “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu, in arrivo nelle nostre sale dal 1 dicembre.

Ispirato a “L’Arte della Commedia” di Eduardo De Filippo ed alla sua traduzione della “Tempesta” di William Shakespeare, il film si ambienta sulla selvaggia ed incontaminata isola dell’Asinara. Una modesta compagnia di teatranti capeggiati da Oreste Campese (Sergio Rubini) naufraga sull’isola-carcere insieme ad alcuni famosi camorristi, che per evitare la prigione, cercheranno di confondersi tra gli attori. Il direttore del carcere (Ennio Fantastichini) allora, per smascherare i malavitosi, chiede al capocomico di mettere in scena “La tempesta” di William Shakespeare. Campese dovrà riscrivere il famoso copione con un linguaggio più consono ai malavitosi. Sullo sfondo c’è anche la storia d’amore tra la giovane Miranda (Kraghede Bellugi), figlia adolescente e semi-reclusa del direttore del carcere, ed il camorrista naufrago disperso, Ferdinando Aloisi (Maziar Fayrouz); il canto solitario di un pastore sardo; i sogni di fuga delle guardie carcerarie.

Omaggiando due grandissimi maestri del teatro nazionale ed internazionale, Eduardo De Filippo e William Shakespeare, il regista Cabiddu racconta una storia intima e personale di sentimenti contrastanti, dall’abbandono all’amore, dall’isolamento alla ricerca del proprio io.

La stessa isola, brulla e difficile, zattera incontaminata immersa nel mare più profondo, diventa il simbolo della prigione individuale: ogni personaggio, di pirandelliana memoria, cerca il suo ruolo confondendo e celando il proprio essere.

Molti sono i rimandi come le citazioni, molte le tematiche affrontate. La sceneggiatura però risulta sofferente in molte sue parti, lasciando spesso lo spettatore disorientato e dubbioso.

Ottima è sicuramente l’interpretazione di Sergio Rubini ed Ennio Fantastichini, come apprezzabile è l’amichevole partecipazione di Luca De Filippo, figlio di Eduardo, nell’ultima presenza al cinema prima della sua scomparsa il 27 novembre 2016.

Il cast si compone anche di Renato Carpentieri, Francesco Di Leva, Ciro Petrone, Alba Gaïa Kraghede Bellugi, Teresa Saponangelo.

 

“La stoffa dei sogni” è un film interessante e profondo, che vuole riflettere sulla “prigione” personale di ognuno di noi.

Voto: 6

La stoffa dei Sogni (Ita, Commedia, 2015) di Gianfranco Cabiddu, con Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Alba Gaïa Bellugi, Teresa Saponangelo, Renato Carpentieri, Francesco Di Leva, Ciro Petrone, Luca De Filippo – in uscita nelle nostre sale da giovedì 1 dicembre 2016


Animali Fantastici e dove trovarli: recensione

L’immaginifico mondo di J.K.Rowling ritorna sul grande schermo con ““Animali Fantastici e Dove Trovarli”, spin-off della magica saga di Harry Potter.

an0

Dal 17 novembre arriva nelle sale l’attesissimo film fantasy “Animali Fantastici e Dove Trovarli”, spin-off della magica saga di Harry Potter.

Il film, primo capitolo di un nuovo franchise, nato sempre dalla penna della nota scrittrice inglese J.K. Rowling, è un successo annunciato: ha gia collezionato critiche e pareri positivi a livello internazionale e sicuramente appagherà l’attesa dei fan della saga cinematografica di successo di Harry Potter.

Alla regia c’è David Yates, regista degli ultimi 4 film del franchise del famoso maghetto di Hogwarts, mentre la sceneggiatura è stata curata per la prima volta dalla stessa J.K. Rowling.

New York, 1926. Il magizoologo Newt Scamander, interpretato dal premio Oscar Eddie Redmayne, arriva nella Grande Mela con una valigia piena di straordinarie e magiche creature. Alcune di queste creature però riescono a scappare ed il giovane Scamander, insieme al “babbano” Jacob ed alle sorelle Tina (Katherine Waterstone) e Queenie (Alison Sudol), dovrà correre ai ripari. Nel frattempo, in città incombe un pericolo ben più grave: i maghi temono di essere scoperti a causa della fuga di Gellert Grindelwald, uno dei più potenti Maghi Oscuri di tutti i tempi. Scamander ed il suo gruppo di strampalati amici dovranno affrontare molte spinose e bizzarre situazioni.

Dopo cinque anni dalla fine di una delle saghe più amate del mondo letterario e cinematografico, il caso “Harry Potter”, il regista Yates ritorna nell’immaginifico mondo della Rowling: c’è tutta la magia, le visioni oniriche e fantastiche della sempre ricca fantasia della scrittrice britannica.

Molti sono i temi affrontati dal razzismo e “paura del diverso” al rispetto della natura, fonte inesauribile di informazioni e suggerimenti.

Con un ottimo e ben bilanciato uso di effetti speciali ed uno sviluppo narrativo molto semplice, il regista riesce a gettar le basi per un nuovo franchise di successo, che sicuramente appassionerà i fan della saga originaria e conquisterà il nuovo pubblico di giovanissimi.

Ben caratterizzati risultano anche i personaggi, dal “goffo” ed impacciato Newt Scamander, che ricorda molto Charlie Chaplin, al simpaticissimo “Babbano” Jacob.

Il cast si compone, oltre a Eddie Redmayne, anche di Ezra Miller, Colin Farrell, Ron Perlman, Jon Voight, Samantha Morton, Gemma Chan, Katherine Waterston, Carmen Ejogo, Dan Fogler, Christine Marzano, Lasco Atkins, Alison Sudol, Peter Breitmayer, Jenn Murray, Lucie Pohl, Jason Newell. A Johnny Depp è stato riservato un piccolo cammeo finale.

Animali Fantastici e Dove Trovarli” è un film fantasy ben confezionato, pieno di buoni sentimenti, buon ritmo, bei effetti visivi, che sicuramente è destinato ad allietare un pubblico di giovanissimi e di famiglie.

voto: 8

Animali Fantastici e Dove Trovarli (Fantastic Beasts and Where To Find Them, Usa, Uk, 2016, fantasy) di David Yates; con Ezra Miller, Eddie Redmayne, Colin Farrell, Ron Perlman, Jon Voight, Samantha Morton, Gemma Chan, Katherine Waterston, Carmen Ejogo, Dan Fogler, Christine Marzano, Lasco Atkins, Alison Sudol, Peter Breitmayer, Jenn Murray, Lucie Pohl, Jason Newell – in uscita nelle nostre sale da giovedì 17 novembre 2016.

Animali Fantastici e dove trovarli: curiosità

“Animali Fantastici e dove trovarli”, lo spin off di Harry Potter, arriva nelle nostre sale dal 17 novembre per la regia di David Yates.

an4

Dal 17 novembre tutta la magia e la poesia di J.k.Rowling arriva sul grande schermo con “Animali Fantastici e dove trovarli”, primo capitolo di un nuovo franchise di successo.

Spin-off della nota saga cinematografica e letteraria di “Harry Potter”, il film è diretto da David Yates e sceneggiato dalla stessa scrittrice britannica J.k.Rowling.

Molte sono le curiosità che riguardano il film.

<!—more—>

  • L’omonimo romanzo da cui è tratto il film risale al 2001 e si articolerà in ben 5 capitoli. Tutti i capitoli della saga saranno diretti dal David Yates, regista già di ben 4 film di “Harry Potter”: Harry Potter e l’Ordine della Fenice (2007), Harry Potter e il principe mezzosangue (2009), Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 1 (2010) e Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2 (2011).
  • Tutti i capitoli della saga cinematografica saranno sceneggiati dalla scrittrice britannica J.k.Rowling.
  • J. K. Rowling ha dichiarato che questo film “non è né un prequel, né un sequel” della serie di Harry Potter, ma un’estensione del mondo magico.
  • Il ruolo di Scamander era stato conteso inizialmente tra Matt Smith e Nicholas Hoult. La scelta è poi ricaduta su Eddie Redmayne. Per J. K. Rowling, Rednayne rappresentava la prima ed unica scelta.
  • Eddie Redmayne aveva già fatto il provino per il ruolo di Tom Riddle in “Harry Potter e la camera dei segreti” (2002) ma al suo posto fu scelto Christian Coulson.
  • Il nome di Newt Scamander appare sulla Mappa del Malandrino nel film “Harry Potter e il prigioniero di Azkaban” (2004).
  • Il film è stato girato a Liverpool ed ai Leavesden Film Studios, a pochi chilometri da Londra.
  • Se al cinema arriva il prequel, al Palace Theatre del West End di Londra va in scena il sequel, “Harry Potter e la maledizione dell’erede” sulle avventure del primogenito, Albus Severus.
  • In Usa il film ha ricevuto un PG-13 per “alcune scene di violenza”.

La Bella e la Bestia: il trailer da sogno

È stato pubblicato il trailer ufficiale dell’attesissimo film in live action “La Bella e la Bestia” con Emma Watson, che arriverà nelle nostre sale il prossimo marzo.

belle0

La Disney ha finalmente pubblicato il primo trailer ufficiale de “La Bella e la Bestia”, film in live action che arriverà nelle nostre sale il 17 marzo 2017.

Tutta la magia del pluripremiato film d’animazione arriverà sul grande schermo per la regia di Bill Condon.

La colta e romantica Belle sarà interpretata da Emma Watson, mentre nei panni della Bestia troveremo Dan Stevens, noto per la serie tv “Downton Abbey”.

Dal trailer si evince tutta la magia e l’incanto del film d’animazione del ’91.

In questa nuova versione però non mancheranno le novità. Infatti la stessa Belle sarà, non solo un’inguaribile sognatrice come l’originale, ma anche un’inventrice eccentrica che attirerà le antipatie ed i sospetti degli abitanti del villaggio. Inoltre la pellicola di Bill Condon continuerà a fare delle musiche uno dei suoi punti di forza: il famoso Alan Menken si occuperà della colonna sonora ed accanto ai brani già noti ci saranno alcuni scritti inediti appositamente per il live-action.

Nel cast, insieme ai protagonisti Emma Watson e Dan Stevens, ci sono anche Kevin Kline (il padre di Belle), Luke Evans (Gaston) e Josh Gad (Lefou).

Nella versione originale, il film vanterà anche un cast vocale d’eccezione: Ewan McGregor nel ruolo di Lumière, Emma Thompson per Mrs. Brick, Ian McKellen per Tockins.

Michelle Williams sarà Janes Joplin nel suo biopic

L’affascinante attrice Michelle Williams interpreterà la nota icona rock Janes Joplin nel suo biopic diretto da Sean Durkin.

mich0

La nota attrice americana Michelle Williams è stata scelta per interpretare l’icona del rock Janes Joplin nel biopic “Janis” diretto da Sean Durkin (“La fuga di Martha”).

Adattamento cinematografico del romanzo “Love, Janis” della sorella Laura Joplin, la pellicola ripercorrà la carriera della rocker americana dai suoi albori fino al mitico concerto di Woodstock e la sua prematura scomparsa per overdose nel 1970.

La sceneggiatura è stata affidata a Clara Brennan ed Andrew Renzi, mentre la produzione è prevista per il 2018.

Già tre volte candidata al Premio Oscar per “I segreti di Brokeback Mountain”, “Blue Valentine” e “Marilyn”, la Williams ritornerà presto sul grande schermo con l’applaudissimo “Manchester by the Sea” accanto a Casey Affleck e diretto da  Kenneth Lonergan. 

Michelle Williams reciterà anche in un altro biopic, previsto per il 2018, su PT Barnum, “The Greatest Showman”, accanto a Hugh Jackman.

Cinema al femminile